Premio “Personaggio dell’anno 2013” a Firenze

Dopo lo show cooking di cui vi ho ampiamente parlato nel precedente post, al Ristorante Terrazza Brunelleschi dell’Hotel Baglioni, si è svolta la cena di gala,  a cura dello chef Richard Leimer e dei pasticceri Franco Aliberti e Luca Mannoriche, al termine della quale  c’è stata la proclamazione di cinque  speciali “Award 2013 Italia a Tavola-Fipe”

I cinque premi sono stati conferiti a:

Gianfranco Vissani, chef stellato del Ristorante Vissani di Terni, per il contributo determinante a sostegno dell’enogastronomia del territorio, omaggiato con una bottiglia di olio di qualità da parte del Consorzio Olio Toscano Igp.

Gianluca Franzoni, presidente di Domori Srl. per la ricerca e la divulgazione dell’alta qualità nell’alimentazione è stato omaggiato da Moët Hennessy, leader mondiale nel settore dei vini ed alcolici di lusso.

Mattia Pastori, bar manager presso il Bamboo Bar di Milano, premio speciale Under 30 omaggiato con un set di calici “firmati” Rastal..

Francesco Gotti, executive chef del Bobadilla Feeling Club di Dalmine, premio speciale per l’aggiornamento e la formazione della nuova ristorazione a cui è stato conferito anche il premio speciale “la Pentola d’oro Baldassare Agnelli”  in qualità di unico rappresentante europeo nella finale del prestigioso concorso mondiale Global Chef 2014, riconosciuto dalla Wacs, l’organizzazione mondiale dei cuochi.

Giada Farina, cake designer pasticcera de Le Torte di Giada, premio speciale per l’innovazione nella comunicazione in campo enogastronomico, omaggiata dalla Distilleria Varnelli.

I vincitori hanno ricevuto in dono una targa personalizzata realizzata da Belfiore Firenze, e un gioiello con il logo del sondaggio di Italia a Tavola.

Per quanto riguarda il sondaggio online di Italia a Tavola, in cui hanno espresso la loro preferenza 111.559 votanti,  i Personaggio dell’anno 2013 sono stati:

–    per i cuochi Ilario Vinciguerra

–    per le opinion leader le sorelle Angela e Chiara Maci

–    per i maitre e sommelier Vincenzo Donatiello

–    per i barman Cinzia Ferro

che hanno anch’essi saputo valorizzare al massimo  il “Made in Italy”  nei settori che rappresentano.

Come avete potuto leggere è stata serata molto importante ed entusiasmante un una location unica qual è la città di Firenze, città simbolo della Moda e da qualche tempo dell’Enogastronomia tutta incentrata al rilancio del nostro grande valore aggiunto il “Made in Italy”!

 

 

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *