Crema di cavolo rosso

L’inverno offre delle verdure tipiche del periodo, molto buone e preziose per i loro principi nutritivi, che però non sono molto conosciute e a volte si è un po’ restii ad utilizzare.

Uno di questi è il cavolo rosso che mentre da noi è poco diffuso, nella cucina del Nord Europa è molto utilizzato.

Il cavolo rosso, oltre ad essere un ortaggio diuretico, molto utile nelle diete dimagranti e disintossicanti,  è un ottimo anti – raffreddore in quanto contiene grandi quantità di vitamina C , addirittura più di quelle contenute negli agrumi, e di zolfo che è un ottimo disinfettante delle vie respiratorie.

Questa crema di cavolo rosso quindi, oltre ad essere deliziosa, energetica, gustosa e saporita, è quello che ci vuole per affrontare al meglio questo piovoso inverno e a tenere lontano da noi il raffreddore !!!

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 kg  di cavolo cappuccio rosso
  • 1 litro e 1/2 di brodo vegetale
  • 1/2 cipolla bianca
  • 1 porro
  • 1 carota grande
  • 1 patata grande
  • olio evo
  • sale
  • pepe

Ingredienti per i crostini:

  • 80 g di pane
  • olio evo

Preparazione:

In una casseruola fate soffriggere nell’olio la cipolla e il porro finemente tritati, quando sono rosolati aggiungete la carota e la patata tagliate a dadini, fateli insaporire poi aggiungete le foglie del cavolo rosso mondate e tagliate grossolanamente, rimestatele, fatele insaporire, ricopritele a filo con il brodo ben caldo e fate cuocere per circa un ora aggiungendo, se necessario, dell’altro brodo.

Nel frattempo preparate i crostini da servire con la crema: tagliate il pane in cubetti piccoli, metteteli sulla leccarda del forno ricoperti con l’apposita carta, irrorateli con un filo d’olio e passateli sotto il grill del forno fino a che sono tostati.

Trascorso il tempo di cottura del cavolo rosso frullatelo con il frullatore ad immersione, fino a che raggiunge la densità di una crema omogenea.

Rimettete la crema sul fuoco per alcuni minuti, regolate di sale e pepe e servitela con i crostini tostati.

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *