24 e 25 Marzo 2014: le Stelle della Ristorazione brillano a Stresa sul Lago Maggiore…

“Nulla accade per caso!”  Tutte le persone e gli avvenimenti che accadono nella vostra vita nascondono importanti motivi, significati e spiegazioni. Per questo sbagliamo quando pensiamo che incontri e rapporti siano casuali: tutto dipende da una forza potente che ci collega e favorisce determinate conoscenze e relazioni.

Questo è il mio pensiero su tutto quello che mi accade ultimamente e lo stesso vale per l’evento di cui vi parlo ora. Due splendidi giorni “Le stelle della Ristorazione” hanno veramente brillato su Stresa, l’ incantevole cittadina sulla riva piemontese del Lago Maggiore.

Il  Simposio Nazionale “Stelle della Ristorazione” ,organizzato dall’Associazione Professionale Cuochi Italiani (Apci) ,  patrocinato dalla Provincia Vco e dal Comune di Stresa,  è stato ospitato sul Lago Maggiore il 24 e 25 marzo presso il l Regina Palace Hotel , un maestoso edificio in stile liberty, con un’atmosfera di storia e nobiltà veramente unici.

La cornice d’eccezione è stato il Grand Hotel Regina Palace a Stresa dove nei suoi maestosi spazi hanno trovato accoglienza oltre un centinaio di cuochi Apci provenienti da tutta Italia che, insieme agli chef del territorio, hanno frequentato gli stimolanti seminari.

I temi hanno toccato quattro aree di grande interesse   e di stimolo, per gli addetti ai lavori, sono tenuti dai maggiori esperti in materia quali:

  • Le Intolleranze: Nichel e Glutine
  • Chef, imprenditore, comunicatore
  • Le tecnologie avanzate – La bassa temperature come opportunità. Ottimizzazione di tempi di cottura, odori e profumi, consistenza dei cibi, calo peso, tempi di conservazione
  • Il surgelato nelle cucine professionali;
  • La Pasticceria da Ristorazione  Nuovi traguardi per Chef Pasticceri
  • Il Marketing Relazionale. Un marketing finalizzato ad un perfetto connubio tra servizio e qualità nel mondo dei consumi alimentari fuori casa.Intolleranze: Nichel e Glutine.

Tra i seminari, quello incentrato sul tema delle intolleranze alimentari in generale e a quella  al nichel e al glutine in particolare, hanno suscitato grande interesse nei partecipanti  sia durante lo svolgimento dello stesso che successivamente.

Relatori di questo evento sono  stati la sig.ra  Tiziana Colombo,  autrice del libro “Nichel. L’intolleranza? La cuciniamo.”   in cui oltre alle 111 ricette rigorosamente nichel free proposte,  si parla ampiamente dell’intolleranza al nichel  e  il Prof.  Giuseppe Di Fede, Direttore sanitario Istituto di Medicina Biologica di Milano che ha parlato oltre che dell’aspetto medico delle intolleranze, anche dell’ Alcat Test, un valido strumento per la diagnosi delle stesse .

Momento di grande soddisfazione e orgoglio per entrambi i relatori è stato il conferimento del Diploma d’Onore dall’Associazione Professionale Cuochi Italiani per i loro meriti speciali.

Il lato positivo di questo evento è che oltre all’interesse suscitato molti cuochi hanno dato anche la disponibilità a collaborare con “Il mondo delle intolleranze” inviando ricette senza nichel, lattosio e glutine e la loro disponibilità a collaborare attivamente con l’Associazione stessa.

In contemporanea  ai Seminari le più importanti aziende del Food Service hanno intrattenuto i congressisti con i loro  workshop e le degustazioni guidate che sono state molto gradite e apprezzate.e chiuse l’Assemblea degli iscritti all’Associazione.

La consegna agli chef professionisti presenti della  speciale giacca,  studiata appositamente per l’evento, e segno distintivo di appartenenza,  è stato  un segno tangibile della partecipazione ad un momento unico per il settore a cui è seguita a porte chiuse.

La giornata si è conclusa con  una Cena di Gala in onore delle Stelle della Ristorazione, organizzata dagli Chef APCI Verbano Cusio Ossola, nel suggestivo contesto dell’Hotel Verbano sull’Isola dei Pescatori.

L’andare sull’isola col motoscafo di sera, l’abito di gala degli invitati, l’atmosfera del ristorante, l’allegra brigata il buon cibo e i buoni vini  hanno fatto si che questa serata piacevole ed emozionante sia una bel ricordo per chi vi ha partecipato.

Il secondo giorno di Convegno  è cominciato con la  Visita alle Grotte dei Formaggi Guffanti , una azienda che nelle sue cantine ventilate, fresche  e a temperatura costante,  si occupata da quattro generazioni, dell’affinamento di duecento tipi di formaggi.

Durante la visita guidata nelle cantine ci hanno spiegato che il formaggio viene da due trasformazioni: la prima è quella in cui il  latte diventa cagliata, la seconda è quella in cui la cagliata diventa formaggio.

Durante l’affinamento che è una vera e propria alchimia tra ambiente, spazio e tempo,  a cui si aggiunge l’equilibrio fra acqua, ’aria e  temperatura.  si rafforza la struttura del formaggio che  sviluppa gli aromi e il gusto.

I formaggi vengono curati con costanza, amore e passione e l’affinamento innalza il formaggio a una seconda vita.

Dopo tanta bontà all’ora di pranzo c’è stata la tappa al l Ristorante dell’Hotel Mo.Om. – Luxury Boutique del territorio dove gli chef hanno preparato un ottimo pranzo con le eccellenze del territorio.

La “due giorni” si è conclusa tra baci, abbracci e un arrivederci al Simposio Nazionale del prossimo anno :-)

Al termine di tutto questo, però, non può mancare un applauso a Sonia Re, Direttore Generale dell’Associazione Professionale Cuochi Italiani,  e alle sue assistenti Laura Magenta e Daniela,  artefici di questo grande evento, perfetto nella sua regionalizzazione grazie al suo entusiasmo, alla sua tenacia e alle sue capaci dote organizzative!

 

 

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *