Paella di mare

Tempo di preparazione:

La paella  di mare, conosciuta in Spagna come “Paella de marisco” è forse il piatto unico a base di riso  più gustoso e  conosciuto terra spagnola. I crostacei e i molluschi che compongono questo piatto  sono una preziosi per la nostra alimentazione : i crostacei, molto apprezzati dal punto di vista gastronomico, sono ricchi di proteine, di vitamine del gruppo B e apportano al nostro organismo minerali rari, come il selenio.

I molluschi, molto conosciuti per la bontà delle loro carni e per la facilità con cui vengono pescati, oltre ad essere ricchi di acqua, sono, una ottima fonte di  vitamina B12 oltre che di altre vitamine del gruppo B. Quanto ai minerali, sono davvero preziosi perché ci forniscono buone dosi di  iodio, ferro, zinco e selenio e hanno il pregio di avere un contenuto di grassi è estremamente scarso.

I molluschi in conchiglia hanno la proprietà di contenere dei  grassi tra i più ricchi di acidi grassi omega-3, salutari per il cuore, di cui risulta particolarmente ricca la vongola.

Ma come possiamo controllare la freschezza dei crostacei e dei molluschi?

Per i crostacei dobbiamo controllare che abbiano un bell’aspetto brillante, i muscoli rigidi,  l’occhio nero e vivo, e l’odore appena accennato. Se corrispondono a queste caratteristiche sono sicuramente freschi…

Per quanto riguarda i molluschi: i cefalopodi ( nel nostro caso seppie e calamari) devono essere di un bel colore bianco e lucido con gli occhi brillanti, le carni sode, i  tentacoli resistenti e l’ odore appena accennato mentre i molluschi in conchiglia  devono avere le conchiglie ben chiuse, con il mollusco ancora vivo ed essere di peso consistente rispetto al volume.

Ma oltre che fidarci del nostro occhio e del nostro olfatto cerchiamo di sapere dal nostro pescivendolo di fiducia se sono prodotti freschi o decongelati,  la data di raccolta e/o di pesca, e di sapere entro quanto consumarli

Ingredienti:

  • 8 gamberi
  • 8 scampi
  • 2 seppie
  • 2 calamari
  • 200 gr di cozze
  • 200 gr di vongole
  • 200 gr di piselli freschi
  • 2 peperoni rossi
  • 350 gr di riso patna o basmati
  • uno spicchio d’aglio
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • una bustina di zafferano
  • un litro e 1/2 di brodo di pesce
  • 6 cucchiai d’olio
  • sale

Preparazione

Raschiate con cura le cozze, lavatele più volte in acqua corrente insieme alle vongole. Mettetele in un tegame a fuoco vivo, fatele aprire quando tutte le valve sono aperte, toglietele dal fuoco, filtrate il liquido di cottura e aggiungetelo al brodo di pesce preparato in precedenza.

Lavate i gamberi  e gli scampi e privateli del budello poi metteteli nella paellera o in alternativa in una padella antiaderente  con il fondo spesso,  con quattro cucchiai di olio, uno spicchio di aglio e e qualche foglia di prezzemolo, fateli rosolare per qualche minuto poi toglieteli dalla padella e  teneteli da parte coperti; nello stesso condimento mettete le seppie e i calamari tagliati a dadini,  fateli insaporire per qualche minuto a padella coperta poi aggiungete i peperoni tagliati a pezzetti e i piselli e fateli insaporire.

Aggiungete quindi il brodo di pesce e lo zafferano, se necessario regolate di sale  e quando riprende il bollore versate il riso cercando di distribuirlo in modo uniforme nella paellera  facendolo  cuocere senza mai girarlo.
Trascorsi  quindici minuti di cottura mettete sul riso i gamberi e gli scampi e portate il riso a cottura. Quando il riso è quasi cotto aggiungete le  cozze, le vongole sgusciate e un trito di prezzemolo.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *