A #IG2014 in scena Pierangelini, Alajmo e Bottura con la mitica passatina di ceci, il raviolo di mortadella e… tanta simpatia.

Tempo di preparazione:

Doveva essere un omaggio a Fulvio Pierangelini, il grande chef che per anni è stato il simbolo della cucina mediterranea con la sua “passatina di ceci con gamberi”, uno dei piatti più copiati in assoluto…

In realtà è stato un incontro goliardico dove trasparivano affetto e simpatia  i grandi chef che dimostravano molta intesa e affinità, incontro che è stato molto coinvolgente e ha interessato e divertito molto  il pubblico che affollava la sala.

Già Fulvio Pierangelini quando è salito sul palco ha mostrato un corno rosso portafortuna perché non si sa mai…  poi Alajmo ha proposto la passatina di ceci con scampi, di cui tanti rivendicano la paternità ma di cui l’artefice assoluto rimane solo lui, infine Bottura ha proposto un raviolo di capesante alla pasta di mortadella e finocchietto spruzzate di distillato di mortadella.

Allla fine dello spettacolo Pierangelini  lascia il palco con uno scampolo di pasta in foglia di mortadella infilato nel taschino, e il volto vaporizzato con essenza di incenso e maiale.

Sarà nata un nuovo profumo a marchio Bottura???

Bravi a tutti i tre!!!

 

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *