Sale di Maldon – nelle cucine dei migliori ristoranti al mondo

Non avevo mai sentito parlare di questo sale e non lo si trova facilmente e tantomeno nei supermercati. La prima volta l’ho letto su una ricetta di Enrico Bartolini, chef con due stelle Michelin del Devero di Cavenago Brianza.

Poi l’ho ritrovato sulle ricette dello chef Luca Mauri del ristorante Adialice e cosi via….. Ora che ci faccio caso scopro che il sale di Maldon un istituzione, ed è presente nelle cucine dei migliori ristoranti del mondo, ho scoperto che è  il sale più utilizzato dagli chef stellati. La sua grande ascesa e crescita di popolarità è dovuta all’alta qualità del prodotto raccolto a mano da una piccola azienda a conduzione familiare in Inghilterra.

Si presenta sotto forma di piccoli cristalli a forma di piramidi facilmente sbriciolabili, ed è proprio la struttura di questi piccoli a fare di questo sale un prodotto unico. Quando i sali si ispessiscono, cadono sul fondo delle cisterne, dove sono racconti manualmente e posti a seccare prima del confezionamento.

Ma vi chiederete dove si trova questo paese, ebbene Maldon è una delle più antiche cittadine della contea di Essex, in Inghilterra, attivissima fin dal Medioevo come centro marittimo di grande importanza. Leggenda vuole che il segreto di produrre il sale sia stato scoperto al tempo della dominazione dei Romani sulla Gran Bretagna, ma l’incremento della produzione di sale avvenne a partire dal 1700 e l’antico edificio della salina, ancora esistente, fu costruito nel 1823. Il sale di Maldon prodotto grazie alle condizioni climatiche particolarmente secche della zona. L’acqua, filtrata e lasciata depositare, fatta evaporare in cisterne; durante l’evaporazione dell’acqua marina, i cristalli di sale cominciano a formarsi in superficie, ammassandosi in forme simili a piccole piramidi cave.

E’ un sale che è diventato famoso in tutto il mondo ed è stato descritto in molte trasmissioni radiofoniche e programmi televisivi. Centinaia di articoli sono stati scritti su di esso, oltre a numerosi riferimenti in molti libri di cucina.  Così il sale Maldon è diventato oggi un’istituzione, gestito dalla quarta generazione della famiglia Osborne.

La chiave per il suo continuo successo è la produzione di un prodotto unico di alta qualità usando i tradizionali metodi naturali; è questa combinazione di qualità e tradizione che l’ha visto vincente nel panorama internazionale.

Maldon Crystal Salt Company è oggi una delle quattro industrie che producono sale in Inghilterra. E’ ancora una piccola azienda a conduzione familiare ed è proprio per questo che il suo successo continua a crescere. Piuttosto che competere sui costi e quantità, sale Maldon è di qualità superiore e di conseguenza ha fatto del suo marchio un prodotto di prestigio.

Maldon è un sale ancora raccolto a mano in modo tradizionale, per questo motivo ci sarà sempre un limite alla quantità che potrà essere prodotta. Spesso la produzione è inferiore alla domanda mentre la sua popolarità cresce con i cuochi sia in Inghilterra che all’estero. Anche se serve molta abilità tradizionale, la tecnologia è stata in grado di svolgere un ruolo significativo nel corso degli anni.

In cucina viene usato dopo la cottura per esaltare le più diverse pietanze: le scaglie croccanti dalla spiccata sapidità lo rendono raccomandabile soprattutto sulle carni e, per contrasto, sui cibi morbidi. Al palato non si scioglie subito, interagendo più a lungo con il cibo, e questo permette notevoli giochi di sapori.Peck suggerisce di utilizzarlo a fine cottura, cospargendolo sopra il piatto.

 

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *