Risotto mantecato alla zucca, i suoi semi, amaretti e gocce di aceto balsamico

Tempo di preparazione:

Le cifre che circolano su i numeri di morti evitabili con sole scelte alimentari mi fanno riflettere di più ancora sulla scelta fatta di prestare attenzione a quello che mangio

Alla fine di una ricerca fatta da WCRF è stato segnalato il fatto che l’attivazione della infiammazione causata dalla ingestione del cibo e quindi la presenza sostanze prodotte dagli anticorpi che vivono sotto la mucosa intestinale, chiamate citochine,  derivanti dal rapporto tra intestino e cibo, sono in grado di partecipare alla induzione delle forme tumorali e questa frase tradotta in termini capibili è  come dire che le intolleranze alimentari potrebbero contribuire alla induzione di forme tumorali. Significa che c’è un fenomeno infiammatorio alimentareche deve essere meglio definito e capito, ma c’è. Sappiamo anche che la diagnostica di una intolleranza alimentare è ancora oggi affidata a test non convenzionali e riconosciuti in italia

Meno male allora che esiste in Italia l’unico test in grado di diagnosticare le allergie alimentari o intolleranze alimentari, e si chiama ALCAT® Test, questo utile strumento diagnostico è indispensabile per il medico che vuole elaborare delle strategie e soluzioni cliniche per il proprio paziente.

Il mio prof. mi ha spiegato che negli ultimi tempi è stato chiarito che le allergie alimentari hanno due vie preferenziali, la classica con produzione di IgE e la via alternativa, con sviluppo su anticorpi granulociti che si attivano al contatto di un alimento non tollerato dall’organismo.Un cenno al problema dell’obesità, che è riconosciuta oggi come il più importante fattore di induzione tumorale esistente.Una recente scoperta rileva che i Macrofagi, cellule connesse alla allergia, si attivano determinando insulino resistenza e ingrassamento. Questo fatto ci fa ragionare sul ruolo importante della infiammazione allergica da cibo nell’obesità e quindi su come questa favorisca malattie cardiovascolari e addirittura promuova il cancro.

Quello che l’Istituto di Medicina Biologica sta facendo in questi anni di duro impegno professionale e di ricerca, va al di là del conteggio delle calorie: l’I.M.B.IO., mette in prima fila la ricerca di soluzioni per contrastare la genesi tumorale e l’obesità.

A questo punto non ci resta che cercare di mangiare sano e usando prodotti di cui si conosce bene la provenienza

Ingredienti per 4 persone

Preparazione

Su una teglia da forno cuocere la polpa di zucca leggermente condita e coperta con carta forno, quando sarà stracotta frullare tutto  per ottenere una crema vellutata e densa, conservare al caldo coperta con della pellicola.Mettere a bollire l’acqua con il granulare Bio Bauer.

Su un rondeau far tostare il riso leggermente con un filo d’olio, salare e sfumare con il vino bianco, procedere con la cottura facendo assorbire il brodo.
A metà cottura aggiungere la purea di zucca e portare a termine la cottura del risotto.Mantecare se necessario con un filo d’olio e completare il risotto con i semi decorticati.Distribuire il risotto sullo specchio del piatto e guarnire con gli amaretti sbriciolati e qualche goccia di aceto balsamico tradizionale di Modena.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *