Risotto carnaroli Riserva San Massimo alla zucca mantecato al Gorgonzola

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessun voto)
Loading...Loading...
  • Porzioni per
    4 persone
  • Tempo Totale
    1 Ora
il gorgonzola

Ecco a voi una ricetta capace di stuzzicare l’appetito anche dei critici più severi! Provatela subito!

Ecco l’abbinamento perfetto per un risotto capace di stuzzicare l’acquolina anche dei palati più esigenti: la dolcezza della zucca e il gusto deciso e, se volete, piccante del gorgonzola.  Vi assicuro che vi leccherete i baffi!

D’altronde il gorgonzola in cucina difficilmente produce piatti dai risultati mediocri. Il gorgonzola si presta molto bene a qualsiasi ricetta, come i risotti, appunto, ma anche a ricette di carne e di verdure.  Preparazioni non per forza salate, i più audaci, infatti, lo provano anche nei dolci. Merito del suo sapore particolare, dolce o piccante, e della sua cremosità unica. Inoltre, è facile che chi non apprezzi il gorgonzola come formaggio, lo trovi, invece, di suo gradimento inserito come ingrediente all’interno di una ricetta.

Si tratta del resto di uno dei nostri formaggi più apprezzati, anche all’estero. Il suo nome, per chi non lo sapesse, è dato dalla cittadina della provincia di Milano, Gorgonzola, dove è stato documentato per la prima volta nell’879 d.C.

Oggi, il gorgonzola è tutelato dal marchio DOP e da un Consorzio che vigila sulle caratteristiche richieste: deve essere utilizzato latte vaccino pastorizzato, deve avere un colore giallo paglierino con venature blu-verdi che devono essere prodotte da un preciso processo di fermentazione ottenuto da speciali muffe (funghi Penicillium roqueforti).

Fin qui niente di nuovo direte, ma forse non sapete che il gorgonzola fa anche bene alla salute. Non solo è fonte di proteine, calcio, fosforo e vitamina B12, ma pare che possa curare e prevenire disturbi gastro-intestinali. Il merito è proprio delle muffe che caratterizzano il gorgonzola e dei fermenti lattici utilizzati nella produzione, che poi sono gli stessi che magari acquistiamo in farmacia o al supermercato per riequilibrare la flora intestinale.

Ottime notizie insomma per gli amanti del gorgonzola ma anche gli intolleranti al lattosio dovrebbero esultare visto che, secondo molti medici e nutrizionisti non contiene lattosio, possono mangiarlo tranquillamente. Mentre per gli intolleranti al nichel si raccomanda di mangiarlo solo nei giorni di dieta libera della dieta a rotazione

 

 

Ingredienti per 4 persone

  • 320 gr. riso Carnaroli Riserva San Massimo
  • 300 gr. polpa di zucca
  • 40 gr. brodo granulare Bio Bauer
  • 100 gr. gorgonzola dolce
  • 2.5 lt. acqua
  • 2 bicchieri vino bianco secco
  • q.b olio extravergine di oliva
  • q.b. sale

Procedimento

  1. Su una teglia da forno cuocere la polpa di zucca leggermente condita e coperta con carta forno.
  2. Quando sarà stracotta frullare tutto per ottenere una crema vellutata e densa, conservare al caldo coperta con della pellicola.
  3. Mettere a bollire l’acqua con il granulare Bio Bauer.
  4. Su un rondeau far tostare il riso leggermente con un filo d’olio, salare e sfumare con il vino bianco, procedere con la cottura facendo assorbire il brodo.
  5. A metà cottura aggiungere la purea di zucca e portare a termine la cottura del risotto.
  6. Aggiustate di sale e a pochi minuti dal termine della cottura unite il gorgonzola tagliato a dadini e mantecate fino a totale scioglimento del formaggio. Terminate quindi la cottura ottenendo un risotto denso e cremoso.

Consigli per un tocco raffinato!

Se volete dare un aspetto sofisticato al vostro piatto potete decorarlo con del gorgonzola fuso, del parmigiano reggiano o anche qualche goccia di aceto balsamico. Si sa, un pizzico di eleganza non guasta mai!

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *