Fiori di zucchina ripieni cotti in forno e la dieta a rotazione!!

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessun voto)
Loading...Loading...
  • Porzioni per
    4 persone
  • Tempo Totale
    40 Minuti
fiori di zucchina ripieni ridotte

Una sana ricetta con i fiori di zucchina che ho raccolto nell’orto!

Molti di voi quando scrivo “oggi posso mangiarlo perchè è il mio giorno di dieta libera” mi chiedono se sono a dieta. In effetti sono a dieta, ma non per dimagrire. Sto seguendo una dieta a rotazione visto che sono oltre che allergica da contatto al nichel anche intollerante al nichel e intollerante al lattosio.

Ci sono cibi che hanno basso contenuto di nichel e sono più tollerati come: cetrioli, zucca, zucchine, melanzane e peperoni.

In pratica questa dieta prevede l’assunzione libera in alcuni giorni e la completa eliminazione  in altri degli alimenti verso il quale si è individuata l’intolleranza.

Per fare un’esempio pratico, io essendo intollerante al nichel mangio il pomodoro il mercoledi sera, il sabato sera e la domenica, e tutti gli altri giorni non lo mangio.

All’inizio potevo mangiare il pomodoro solo una volta alla settimana e poi sono passata gradualmente a tre giorni. Secondo il prof. Di Fede dopo 4/6 settimane si puo’ passare a tre giorni, ma nel mio caso ci sono voluti 4 mesi si possono reintrodurre gli alimenti “non concessi” con maggiore frequenza.

Nei giorni di dieta libera non è che mi abbuffo di tutto gli alimenti pieni di nichel, cerco di variare il più possibile. Uno sgarro che mi concedo una volta al mese il sabato sera è la pizza senza lievito con farina di kamut, con poco pomodoro e mozzarella di bufala….una goduria!!!!!!!!!!!!

Un’altra cosa che ho imparato seguendo i consigli di Giuseppe, è il “venerdi di magro”. Prendevo in giro la mia mamma quando in questo giorno alcune cose non si mangiavano in casa, era un sacrilegio ed ora sono io che seguo questo schema

Schema dietetico Alcat:

Fase 1

Un intero giorno libero nel week-end (il sabato o la domenica), più eventualmente un singolo pasto libero il mercoledì (generalmente la cena). Questa fase, a seconda della patologia può durare da 1-2 settimane fino a 1-2mesi.
E’ lo schema normalmente adottato in caso di sovraccarico o di patologie non complesse. In seguito può essere applicato ancora, per brevi periodi, come una forma di ‘dieta di pulizia’.

LUNEDì MARTEDì MERCOLEDì GIOVEDì VENERDì SABATO DOMENICA
COLAZIONE Dieta libera
PRANZO Dieta libera
CENA Dieta libera Dieta libera

 Fase 2

Superata la prima fase, uno schema possibile diventa il seguente: libertà alimentare la domenica e la sera del sabato ed eventualmente in un unico pasto a metà della settimana.

LUNEDì MARTEDì MERCOLEDì GIOVEDì VENERDì SABATO DOMENICA
COLAZIONE Dieta libera
PRANZO Dieta libera
CENA Dieta libera Dieta libera Dieta libera

 Fase 3

Se la risposta clinica è soddisfacente, a quel punto si può espandere ulteriormente l’assunzione nel giro di altri 1-3 mesi, fino ad arrivare a una dieta che preveda almeno un giorno di restrizione alla settimana (una sorta di “venerdì di magro”), per evitare il ricarico alimentare sistematico.

LUNEDì MARTEDì MERCOLEDì GIOVEDì VENERDì SABATO DOMENICA
COLAZIONE Dieta libera Dieta libera
PRANZO Dieta libera Dieta libera
CENA Dieta libera Dieta libera Dieta libera

 

Ingredienti per 4 persone

Ingredienti

  • 12 fiori di zucchina
  • 2 zucchine
  • 250 gr ricotta di capra
  • 1 mozzarella di bufala
  • 6 filetti alici sott'olio
  • 40 gr. parmigiano reggiano 36 mesi grattugiato
  • q.b. sale

Procedimento

Preparazione

  1. Lavate i fiori di zucchine e togliete delicatamente il pistillo. Tagliate le zucchine a dadini e fateli rosolare in padella per qualche minuto.

    In una ciotola mescolate la ricotta, le zucchine a dadini, la mozzarella a dadini e i filetti di alici.

    Riempite con questo composto una sac a poche con una bocchetta larga e riempite delicatamente i fiori.

    Disponete su un foglio di carta forno i fiori ripieni, un filo d'olio sopra e una spolverata di parmigiano reggiano.

    Infornate nel forno già caldo a 180 gradi per circa 20 minuti.

 

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *