Tagliatelle di mandorle con capperi e lavanda

Tempo di preparazione:

Questa è una ricetta per chi segue la Paleo diet. E sicuramente vi starete chiedendo che tipo di dieta sia, me lo sono chiesto anche io appena ne ho sentito parlare dalla dr.ssa Carassai Paola di Imgep. Lei segue molto scrupolosamente questo tipo di alimentazione e da Londra mi ha inviato questa ricetta delle tagliatelle di mandorle!!!!

Questa dieta si basa su quegli alimenti che l’essere umano ha fatto propri dai tempi più lontani: cibi ricchi di proteine, frutta e verdura cruda in abbondanza, frutta secca, acqua pura e alcalina.

È talmente rivoluzionaria che per dimagrire non c’è alcun bisogno di contare le calorie e si può addirittura mangiare a fame. Si tratta di una dieta molto semplice da seguire e indicata per chi voglia recuperare o mantenere il proprio peso forma, conservando in ogni caso una salute perfetta.

Questo piatto è stato cucinato in uno delle migliori cioccolaterie di Londra appositamente per loro.

Casa Nova 140 Portobello Road, Notting Hill London, W11 2DZ

Ingredienti 4 persone:

per la pasta:

  • 400 gr. farina di mandorle,
  • 4 uova,
  • 50 gr. fecola di patate.

per il condimento:

  • 30 gr. capperi sotto sale,
  • 15 gr. fiori di lavanda biologici secchi,
  • due cucchiai olio extravergine di oliva,
  • 5 gocce olio al tartufo

Preparazione della pasta:

Frullate le mandorle con la buccia finquando ottenete una farina il più fine possibile e passatela al setaccio.

Impastate la farina con le quattro uova e la fecola di patate, stendete la pasta fino a raggiungere uno spessore di 2/3 millimetri e con l’apposito attrezzo tagliate la pasta a strisce di circa 1 centimetro.

Mettere a bollire l’acqua e quando bolle aggiungete la pasta.

Nel frattempo mettete in una padella l’olio con i capperi,  dopo averli sciacquati dal sale, a fuoco moderato.

Scolate la pasta al dente e mettetela nella padella del sugo, aggiungete la lavanda e fate cuocere per circa tre minuti aggiungendo alla fine le poche gocce di olio tartufato.

Impiattate e servite.

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *