Passatelli alle bietole, un alternativa!

Tempo di preparazione:

Oggi abbiamo preparato i passatelli alle bietole che contengono molte vitamine. La vitamina A, appartiene al gruppo delle vita­mine liposolubili e deriva da certi pigmenti gialli e rossi che si trovano in determinati er­baggi e frutta; questi pigmenti, chiamati ca­roteni, si possono considerare come i pre­cursori della vitamina A.

La vitamina A viene im­magazzinata dal fegato. L’uomo, che è un animale onnivoro, si fornisce quindi di vita­mina A in parte dai caroteni e in parte da alimenti di origine animale in cui essa è già presente. Tali alimenti sono l’olio di fegato dei pesci, il fegato, il grasso del latte, il giallo d’uovo, ecc.

Poiché l’assunzione di vitamina A e di carotene da parte dell’organismo avviene at­traverso la parete intestinale, ne consegue che l’utilizzazione di esse sarà tanto più com­pleta quanto migliori saranno le funzioni di­gestive dell’individuo. Per un epatico, ad esempio, sarà più difficile utilizzare la vi­tamina A che non il carotene, poiché una cattiva secrezione biliare non favorirà né la trasformazione del carotene in vitamina A, né la sua utilizzazione da parte dell’organi­smo.

Le funzioni fondamentali che essa svolge sono tre:

  • favorisce il normale sviluppo dell’ orga­nismo
  • protegge i tessuti epiteliali
  • interviene nella funzione retinica.

La prima funzione è quella di favorire il normale sviluppo dell’organismo. Infatti, la deficienza di questo fattore porta un’in­coordinazione nell’accrescimento delle ossa craniche e della colonna vertebrale tali da interferire con il sistema nervoso e da dan­neggiare le vie sensitive.

La sua funzione è quindi coordinatrice nell’accrescimento delle ossa ed equilibratri­ce nella sistemazione del sistema nervoso. Le alterazioni epiteliali del rene posso­no essere il punto di partenza per la forma­zione di calcoli.

La vitamina A viene chiamata anche an­tixeroftalmica, perché la sua carenza nell’ or­ganismo dà origine alla rapida insorgenza della emeralopia o cecità notturna,ossia a una diminuzione delle facoltà visive dell’illuminazione e al crepuscolo. Esperimenti hanno dimostrato che tale inconveniente può venire rapidamente risolto con un’alimenta­zione ricca di vitamina A.

La vitamina A ha funzioni vitali nell’organismo u­mano percui è meglio vedere dove possiamo trovare questa vitamina.

La massima concentrazione di vitami­na A si trova nell’olio di fegato di alcuni pe­sci quali il merluzzo, il tonno ed altri.

Gli alimenti che contengono in buona quantità il fattore vitaminico A sono: il fegato di pecora o di agnello, il fegato di vi­tello, il tuorlo d’uovo e il burro.

Ricchi di provitamina A o carotene so­no alcuni ortaggi quali i carciofi, le bietole, i cavoli, gli spinaci, le carote, il crescione e la lattuga.

A differenza della vitamina C che, es­sendo idrosolubile e termolabile, va soggetta a enormi dispersioni causate da prolungate lavature e da cotture errate, la vitamina A, essendo liposolubile (si scioglie soltanto nei grassi) e termostabile, non viene alterata né dall’ebollizione né da cotture ad alte tem­perature.

Buone quantità di carotene si trovano anche nelle albicocche, nelle more, nei mir­tilli, nelle pesche, nei pomodori, ecc.

Ingredienti per 6 persone:

  • 3 uova;
  • 6 cucchiai di pangrattato gluten free ;
  • 200 gr. di bietole;
  • 1 cucchiaio di farina di riso;
  • 30 gr. di midollo di bue;
  • 3 cucchiai di parmigiano reggiano 36 mesi grattugiato;
  • 1,5 lt di brodo vegetale;
  • sale.

Preparazione

Lessate le bietole, strizzatele bene, tritatele finemente e mettetele in una ciotola con le uova, il pangrattato, il par­migiano, la farina, il midollo e un pizzico di sale.

Lavorate gli ingredienti insieme finché otterrete un com­posto omogeneo; passatelo nel passaverdura a fori grossi in modo che si formino i tipici vermicelli.

Metteteli diretta­mente nel brodo bollente per evitare che si attacchino; la­sciateli cuocere per qualche minuto e serviteli insaporiti con del parmigiano reggiano grattugiato.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *