Sformato di manioca: una delizia che vi stupirà!

Tempo di preparazione:

La manioca è originaria del Brasile ed è un tubero è coltivato intensamente nei paesi caldi. Può essere cilindrico o fusiforme, a volte ramificato; è carnoso e ha una buccia di colore bruno rossastro e polpa biancastra. A seconda del contenuto di una particolare sostanza (tossica) si distinguono due varietà di mani oca: quella dolce e quella amara.

La manioca amara deve essere trattata prima della consumazione, mentre quella dolce può essere consumata senza particolari precauzioni. Grazie al grande apporto di carboidrati si presta bene, in abbinamento alla carne, per la preparazione di piatti unici nutrizionalmente equilibrati e diversi dal solito nel gusto. Secondo la tradizione popolare, la manioca è un rinvigorente sessuale per gli uomini, dato che la scienza alimentare non ha mai confermato.

Altre proprietà importanti della manioca

Per avere le idee chiare sulla bontà di questo sformato di manioca è il caso di entrare nel dettaglio delle proprietà del tubero, ricordando anche che questo tubero è ricco di un antiossidante molto importante, ossia la vitamina A. Antisettica e antinfiammatoria, la manioca viene utilizzata per curare in maniera naturale la diarrea. Non contiene glutine, il che la rende particolarmente adatta per i celiaci.

Questo sformato è non a caso una vera delizia gluten free! I benefici della manioca non finiscono certo qui! Per ricordarli tutti bisogna specificare anche l’alto livello di digeribilità e rammentare la presenza di potassio, fondamentale per regolare la pressione ematica.

Alla scoperta del latte vegetale

Chi scopre di esere intollerante al lattosio non deve disperare! Esistono infatti tante soluzioni gustose per chi non vuole rinunciare a piatti speciali come questo sformato di manioca. Sto parlando precisamente del latte vegetale, una definizione che comprende numerose alternative.

Quando la si utilizza si inquadrano quattro gruppi fondamentali. Ecco quali:

  • Latte di cereali
  • Latte di legumi
  • Latte di semi
  • Latte di noci

Tra le opzioni singole delle quali avrete senza dubbio sentito parlare è possibile ricordare il latte di soia, il latte di riso e il latte di mandorle. Il primo è particolarmente digeribile e adatto anche a chi soffre di allergia alle proteine del latte vaccino. Il secondo, invece, si contraddistingue per le sue proprietà rilassanti dovute alla presenza del triptofano.

Cosa si può dire invece sul latte di mandorla? Che rappresenta una soluzione particolarmente nutriente e adatta ai bambini in crescita! Direi che avete molti strumenti per scegliere il latte vegetale più adatto alle vostre esigenze. Non vi resta che provare lo sformato!

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 g di manioca,
  • 100 ml di latte vegetale,
  • 150 g di carne trita di manzo,
  • 1 cucchiaino di farina di riso,
  • 1 cucchiaino con un misto di paprica e curcuma,
  • 50 g di passata di pomodoro,
  • 1 scalogno,
  • 2 uova,
  • 20 g di burro vegetale,
  • 50 g di parmigiano reggiano 36 mesi grattugiato,
  • erba cipollina
  • olio extravergine di oliva,
  • 20 g di pangrattato per intolleranti,
  • 200 g di datterini,
  • coriandolo fresco in foglie,
  • sale e pepe

Preparazione

Pelate la manioca, scartando la pellicina marrone esterna e quella successiva leggermente rosata; ottenendo circa 400 g della parte bianca interna più tenera. Tagliate la manioca pulita a rondelle spesse qualche centimetro e poi a metà per eliminare la radice sottile che si trova all’interno di questo tubero.

Tuffate i pezzi nell’acqua bollen­te leggermente salata e fatela cuocere per 20 minuti. Scolate, sgocciolate bene e passate in uno schiacciapatate e lasciate raffreddare un poco.

Sbucciate la cipolla e la tritate, scaldate l’olio in una casseruola, unite lo scalogno tritato, fate rosolare per 2 minuti, aggiungete la carne, il misto di spezie e la fari­na, e fate rosolare ancora per altri 3 minuti mescolando spesso; aggiungete quindi la passata di pomodoro, salate a piacere e fate cuocere per 20 minuti a fiamma moderata.

Mettete in una ciotola la manio­ca e le uova, mescolate bene, aggiungete il latte, il formaggio e l’erba cipollina tagliuzzata, mesco­lando per amalgamare bene il tut­to. Regolate di sale se necessario e pepate.

Versate la metà del composto di manioca, livellate con il dorso di un cucchiaio, farcite con una parte di carne e finite la prepara­zione con il composto rimasto.

Portate a cottura nel forno ven­tilato già caldo a 180°C, per venti minuti, o finché la superficie dei tortini risulterà ben dorata. Lascia­te intiepidire, capovolgete gli sformati nei piatti individuali e ser­vite con un contorno di insalata, datterini e coriandolo fresco.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *