Suppli al telefono

Tempo di preparazione:

Règgheno da soli er posto de l’antipasti e pònno regge pure er posto del primo piatto (Giggi Fazi)

I suppli sono un’istituzione romana e credete che non è esagerato affermare che “a Roma è più facile comprare un supplì che un pacchetto di sigarette”, questa frase mi  è capitato spesso di leggerla nelle rosticcerie, luogo dove è facilissimo trovare questa delizia pronta da mangiare.

I suppli sono saporiti, non pesanti e spesso sono anche sostitutivi di un primo o di un antipasto abbondante , questo piatto è laborioso ma facile da preparare…………

Di solito quando prepariamo i supplì lo facciamo usando del riso avanzato. È un ottimo modo per riciclare gli avanzi e i due segreti per preparare  questa ricetta:

  • dobbiamo fare in modo che il riso sia molto al dente cosicché quando frigge in padella non possa scuocersi
  • dobbiamo impanare i suppli non la solita panatura di uovo e pangrattato,  ma prima nella pastella poi nel pangrattato.

Sono chiamati anche “supplì al telefono” perchè devono essere mangiati molto caldi, quando ancora la mozzarella fila, e il collegamento delle due parti del supplì fa pensare proprio alle cornette del telefono.

Ingredienti per 4 persone:

  • 200 gr di riso
  • 100 gr di carne di manzo macinata
  • 150 gr di pomodori pelati (o freschi)
  • un gambo di sedano
  • una cipolla
  • una carota
  • 50 gr di provolone
  • 50 gr di mozzarella
  • 20 gr di pane grattugiato
  • 30 gr di parmigiano grattugiato
  • un uovo
  • un pizzico di noce moscata
  • olio abbondante per friggere
  • sale

Preparazione

E’ la ricetta ideale per recuperare gli avanzi di riso con sugo di carne, oppure preparate del riso al momento e per il sugo mettete a rosolare in un tegame con dell’olio la carne macinata, la carota, il sedano e la cipolla tritati. Aggiungete poi i pelati tagliati a dadini e lasciate cuocere lentamente per circa un’ora.

Cuocete il riso in abbondante acqua salata, scolatelo al dente, conditelo con parmigiano grattugiato e il sugo di carne appena preparato, lasciate raffreddare e solo quando il riso sarà freddo, incorporatevi il provolone e la mozzarella tagliati a dadini, l’uovo e un pizzico di noce moscata.

Per la pastella basterà versare in una ciotola due cucchiai di farina e aggiungervi dell’acqua, il tanto necessario da ottenere una pastella della giusta consistenza, non deve essere ne’ troppo liquida e ne’ troppo densa.

Formate con questo impasto tanti palline della diametro di 3 cm circa passateli prima nella pastella e poi nel pane grattugiato, friggeteli in abbondante olio caldo. Quando sono dorati scolateli con una paletta forata, adagiateli su carta assorbente perché perdano l’eccesso di olio, serviteli freddi.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *