Scrigni di ribes rosso e la giornata inizia meglio..

Tempo di preparazione:

Per tutte le famiglie che hanno l’abitudine di concludere il pasto domenicale con un dolce (una torta, una crostata, un vassoio di paste alla crema, o altro), la presenza di un diabetico può causare seri problemi: non è, infatti, una soluzione facile lasciare che tutti gli altri mangino il dolce mentre il diabetico prende la frutta. La soluzione ideale è certamente quella di abituare tutti i com ponenti della famiglia ad abolire il dessert, sostituendolo con la frutta fresca. In via alternativa, si può provare ad adottare per tutta la famiglia dessert senza zucchero.

Un primo esempio si riferisce a una tradizione europea abbastanza diffusa: frutta con formaggio. Provate una pera succosa e matura mangiata insieme a una fetta di formaggio piccante, oppure un po’ di uva bianca servita insieme a cubetti di formaggio del tipo Cheddar. Le noci e l’uvetta sono una fantastica combinazione, cosi come i datteri farciti con le mandorle sbucciate. Alcuni anelli di mela secca, mangiati da soli, hanno il vantaggio di soddisfare la masticazione, e lo stesso vale per il cocco fresco.

Sono molte le frutta che possono essere ben surgelate.

Le Associazioni per il Diabete suggeriscono le fragole, i mirtilli, le pesche e i meloni in particolare. Viene raccomandato di surgelare i frutti dopo averli sparsi su un foglio di carta da cucina ricoperto con carta cerata, in modo che i frutti non si tocchino fra di loro. Dopo che si sono induriti (circa quattro ore), si possono mettere in sacchetti di plastica.

Surgelati in questa maniera, i frutti rimangono separati l’uno dall’altro e possono essere estratti dal sacchetto nelle quantità desiderate senza scongelare il resto del pacchetto. Le palline di melone scongelate possono essere servite con succo di cedro o con menta tritata. Le fragole e i mirtilli sono gustosi con panna dolce o acida. Si può anche fare a meno dello zucchero. l dolcificanti artificiali non sono consigliabili, ma potete usare come sugo nelle vostre ricette succo di mela, di ananas, di mirtillo o di arancia.

A volte la ricchezza di un dessert costituisce buona parte della sua attrattiva, almeno quanto lo è il suo sapore dolce. Il gelato fitto in casa, denso di panna e di uova, l’ incomparabilmente più omogeneo e ricco di qualsiasi prodotto commerciale. Il sapore dolce delle pesche o delle fragole basta a insaporirlo: sarà sufficiente evitare di aggiungere lo zucchero previsto dalla ricetta, e aggiungere invece questi tipi di frutta.

Una buona creme caramel cotta al forno, particolar mente se arricchita con tuorlo d’uovo e panna, può essere servita con ananas tritato; oppure si può versare sulle pesche fresche una creme-caramel ottenuta a bagnomaria. Entrambe le creme si possono fare senza zucchero.

Il periodo delle vacanze e le giornate di festa possono essere i più difficili per chi ama il dessert ma non deve più mangiare dolci. Ma anche in questi casi si può rimediare. Si può, per esempio, preparare un ricco dessert con panna, formaggio cremoso e giuncata, servendolo con lamponi freschi o surgelati cotti per breve tempo nel loro succo.

A ottobre e novembre si può imbandire una generosa varietà di dessert autunnali, comprendenti noci, uva passita dorata, la sorpresa di una melagrana, ecc. Una torta di patate dolci, preparata aumentando in qualche modo la quantità di spezie, ha una dolcezza naturale molto appagante. Le feste di Natale naturalmente fanno venire in mente, oltre ai dolci tradizionali (panettone, pandoro, etc.) e improponibili al diabetico se non in ridottissime quantità, anche altri tipi di dolci. Ma tutti possono essere ben rimpiazzati dall’ananas fresco, dal datteri, dalle arance, dall’uva fresca e passita, dalla frutta secca. dal nocciolame, o da qualcuna delle preparazioni già indicate.

Io invece per questa domenica ho in mente questo dolcetto……. chi lo divide con me??
Ingredienti per 4 persone
  • 350 g di pasta sfoglia
  • 20 g di burro
  • 1 uovo
  • zucchero a velo
  • 1 vasetto di confettura di ribes rosso SI.GI

Preparazione

Stendete la pasta sfoglia in un rettangolo di 30 cm per 15. Ritagliate 8 dischi di 8 cm di diametro.

Imburrate la teglia del forno e disponetevi 4 dischi di pasta. Spennellateli con metà dell’uovo sbattuto.

Con uno stampino rotondo praticate un foro negli altri 4 dischi per ricavare una corona larga 1,5 cm. Posatele sui dischi di pasta e doratele con l’uovo sbattuto.

Fate cuocere in forno a 2400 per 12-15 minuti. Togliete dal forno e lasciate raffreddare.

Spolverizzate gli scrigni di zucchero a velo e riempiteli con la confettura. Servite subito.

Tempo di preparazione: 30 minuti

Tempo di cottura: 15 minuti

 

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *