Fettine di vitello al latte

Tempo di preparazione:

Si tende in modo alquanto confuso ad impiegare i termini allergia, intolleranza e sensibilizzazione come se fossero sinonimi, pur riferendosi ad una molteplicità di condizioni diverse. Gli allergologi parlano di allergie “vere e proprie” o “classiche” per distinguerle dalle intolleranze più difficili da determinare.

Nel linguaggio quotidiano l’espressione “sono allergico a… ” ha una pluralità di significati che vanno da “mi provoca un’eruzione cutanea” al semplice “non mi piace”. Il termine ipersensibilità viene usato per indicare qualunque tipo di allergia ed intolleranza, ma quando si cerca di individuare e trattare un problema alimentare, la precisione è d’obbligo, soprattutto se si tratta di bambini o di rischi che mettono a repentaglio la vita.

Sono molte le figure con le quali si rende necessario discutere il problema: specialisti, familiari, amici, personale infermieristico e scolastico, colleghi.

Ingredienti per 4 persone

  • 8 fettine di fesa di vitello
  • 150 ml. di latte delattosato
  • 40 gr. di farina di riso
  • 30 gr. di parmigiano reggiano grattugiato 36 mesi
  • timo
  • 30 gr. di burro charificato
  • sale

Preparazione:

Mettete le fettine di fesa su un piano da lavoro e battetele. Infarinate le fettine,  premendo con le mani per far aderire bene la farina su entrambi i lati. Tritate finemente il timo con l’aiuto di una mezzaluna.

Fate sciogliere il burro in una padella antiaderente e, quando inizia a sfrigolare, unite le fette di carne impanate. Salatele e fatele cuocere per circa 1 minuto per lato, dopodiché aggiungete il timo tritato e il parmigiano. Versate a filo il latte e mescolate bene. Proseguite la cottura a fiamma bassa fino a quando le fettine di carne diventano dorate e il latte si assorbe quasi completamente.Se durante la cottura la carne tendesse ad asciugarsi, aggiungete ancora mezzo bicchiere di latte.

Trasferite la carne su un piatto da portata, nappate con la salsina, regolate di sale e servite in tavola.

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *