Gratin di cavolfiore e salsiccia, da leccarsi i baffi

Tempo di preparazione:

Disporre di una buona attrezzatura in cucina può facilitare i vostri compiti. Usate per esempio recipienti di cottura con rivestimento antiaderente, in questo modo il cibo non attacca e si possono usare quantità minime di grassi. Basta un’unica precauzione: lavateli con spugnette non abrasive e non usate posate metalliche, per non intaccare il rivestimento in teflon. Quando il rivestimento è rovinato, provvedete a sostituire il recipiente.

Cercate sempre di avere a disposizione parecchie superfici orizzontali prima di iniziare i lavori: saranno preziosi piani d’appoggio, meglio ancora se si trovano vicino ai fornelli.

Prima di iniziare a preparare una ricetta radunate tutti gli ingredienti che vi servono e recuperate gli attrezzi, specialmente se sono sparsi qua e là o su scaffali in alto. Tenete sempre a portata di mano le posate che vi servono per mescolare i cibi che state cucinando, magari appoggiandoli su un piatto vicino ai fornelli.

Non dimenticate di avere sempre vicino ai fornelli anche un paio di presine o un guantone da forno.

Se dovete mescolare a lungo una preparazione calda su un fornello, usate un cucchiaio di legno, eviterete di scottarvi e non graffierete i recipienti.

Non usate pentole e contenitori troppo piccoli, eviterete che i cibi trabocchino e sporchino i piani di lavoro. Anche i taglieri è meglio che siano grandi.

Se non volete sporcare teglie o tortiere usate carta da forno o foderatele con fogli di carta forno.

Scopriamo assieme le proprietà dei cavolfiori

Non si può parlare di gratin di cavolfiore e salsiccia senza… soffermarsi sulle proprietà della verdura protagonista di questo piatto, perfetto per gli intolleranti al lattosio! i cavolfiori sono verdure che non dovrebbero mai mancare sulla tavola di chi vuole prendersi cura della propria salute.

Per quale motivo? Prima di tutto perché contengono numerosi principi nutritivi, che vanno dalla vitamina C, al ferro, al fosforo, al potassio, minerale che fa la differenza quando si parla di efficienza della circolazione ematica.

I cavolfiori, inoltre, sono depurativi e rimineralizzanti. Assieme ai broccoli, secondo quanto sottolineato da recenti studi, sono efficaci dal punto di vista della prevenzione del cancro alla prostata.

Perché la bresaola fa bene?

La ricetta del gratin di cavolfiore e salsiccia comprende anche la bresaola di punta d’anca. Cosa sapete sui suoi benefici? Se non li conoscete è il caso di fare un ripasso veloce, ricordando che la bresaola è una straordinaria fonte di energia totalmente priva di grassi.

Ottima fonte di proteine animali, la bresaola è ideale per gli sportivi, che hanno bisogno di accumulare energia senza appesantirsi. Davvero siamo davanti a un piatto succulento, con ingredienti selezionati e gustosi. Provare per credere!

 Ingredienti per 6 persone:
  • 2 piccoli cavolfiori;
  • 2 cucchiai di aceto bianco
  • 300 g di bresaola di punta d’anca;
  • 1 grossa cipolla;
  • 2 cucchiaiate di conserva di pomodoro;
  • 2 uova;
  • 100 g di parmigiano reggiano 48 mesi grattugiato;
  • 2 cucchiaiate di olio;
  • 30 g di burro chiarificato;
  • 2 cucchiai di panna vegetale;
  • sale

Preparazione

Mondate i cavolfiori, lavateli, poi lasciateli sbollentare per lO minuti in acqua salata in ebollizione acidulata con l’aceto. Scolateli e divideteli a cimette.

Fate imbiondire la cipolla tritata in una padella con l’olio, unite la bresaola tagliata a pezzettini piccoli, lasciatela rosolare, poi aggiungete la conserva di pomodoro disciolta in un bicchiere di acqua calda. Rimescolate, incoperchiate il recipiente e fate restringere il sugo a calore moderato per 20 minuti.

Imburrate uno stampo e disponetevi le cimette di cavolfiore, ricoprite quest’ultimo con il sughetto di bresaola, spolverizzate con un po’ di parmigiano grattugiato e disponete qua e là qualche fiocchetto di burro, versate sopra le uova sbattute precedentemente con sale,  panna e passate il recipiente in forno caldo a 180°C per circa 30 minuti.

Appena pronta, servite la preparazione nel medesimo recipiente di cottura.

Tempo occorrente: 45 minuti

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *