La mia fantastica esperienza a Identità Golose

Andare a Identità Golose e dirvi che è stata un’esperienza straordinaria oserei dire che è riduttivo………….E’ stata la mia prima volta e devo dire che ne è valsa veramente la pena. Un mondo incredibile ad altissimo livello. Fornitori di prodotti particolari e ricercatissimi. Una marea di chef da ogni angolo del mondo che si è avvicendato ai fornelli dando il meglio del proprio conoscere e del proprio repertorio.

Uno degli chef e personaggio sicuramente fuori dagli schemi, che ho avuto il piacere di conoscere personalmente e che ha presentato a Identità di Pasta la sua lasagna che ha mandato nello spazio galattico è sicuramente stato Davide Scabin.

Il tema di Identità Golose di quest’anno è il rispetto e lui lo ha declinato come possibilità di mantenere inalterato nel tempo le qualità organolettiche di un alimento che deve viaggiare nello spazio.

Ha scelto la strada della disidratazione e il confezionamento in contenitori che permettono lo stivaggio in spazi ridotti e assicurano un migliore isolamento dalla luce. La shelf life si allunga e la lasagna può diventare “stravecchia”. Oltre alla lasagna ci ha fatto assaggiare  anche il pesto disidrato…………uno spettacolo di bontà che molte “massaie” vorrebbero avere in dispensa. Un pesto da ravvivare in 30 secondi per preparare una cena in pochi istanti.

Ho avuto il piacere di scambiare due chiacchere anche con Sonia Peronaci, una tipa in gamba che ha iniziato la sua carriera con un blog di cucina e la passione per il pc l’ha portata ai vertici tanto  che è arrivata ad essere premiata come miglior opinion leader…..

Ho incontrato per la seconda volta nella mia vita uno dei miei miti: Bottura e di lui inutile dire, perchè si sa tutto…………….. Il sito web Daily Meal lo ha nominato “International Chef” dell’anno per il 2012. Il prestigioso riconoscimento è arrivato a Bottura a pochi mesi dall’elezione, fatta dallo stesso sito, della Francescana come miglior ristorante al mondo.

Il riconoscimento assegnato a Bottura lo indica come maestro assoluto nella capacità di unire e bilanciare la tradizione italiana con le moderne tecniche e di unire la produzione e le eccellenze locali nella altissima qualità dei piatti che vengono proposti nel suo ristorante.

Per non parlare dei vari produttori presenti nei vari stand. Eccellenze di prima qualità, dal pane, ai tartufi, al vino, alle verdure e di tutti questi prodotti faro’ dei post singoli per spiegarvi tutto per bene.

..

 

 

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *