Minestra di mare

Tempo di preparazione:

Per le donne d’oggi i tempi della giovinezza si sono allungati notevolmente, almeno di un decennio. Le attuali quarantenni sono ancora ‘verdi’ e le cinquantenni, nel pieno delle loro attività lavorative e sociali, sembrano le figlie delle coetanee di generazioni precedenti.

L’unico spartiacque tra giovinezza e maturità continua ad essere la menopausa.

Questo momento di cambiamento nella vita femminile, può determinare mutamenti morfologici e di peso. Con la riduzione degli ormoni estrogeni il metabolismo rallenta e si possono accumulare chili di troppo, ed è possibile che si verifichino depositi di adipe in zone prima snelle, con conseguente modifica della linea.

Nel medesimo tempo diminuisce la massa muscolare. Le buone regole non devono riguardare solo l’alimentazione ma le abitudini di vita nel loro complesso. Occorre ridurre la quantità del cibo ma aumentarne la varietà, cercando di consumare adeguate vitamine e sali minerali, e il calcio per la prevenzione dell’osteoporosi. A 50 anni l’organismo necessita di un surplus di questa sostanza, capace di rallentare la perdita di densità ossea: sulla tavola non dovrebbero mai mancare grana o parmigiano, latte e yogurt magri, e verdure a foglia verde scuro.

Per favorire l’assorbimento del minerale, inoltre, è bene assumere vitamina D attraverso alimenti che ne sono ricchi, come il pesce. Sono invece da evitare consumi eccessivi di crusca, perché ostacola l’assimilazione del calcio, e di tè e caffè che ne favoriscono l’eliminazione. Il controllo del peso deve essere improntato al buon senso: un calo di peso brusco o eccessivo può stimolare negativamente l’osteoporosi e far perdere ulteriore elasticità alla pelle.

Un eccesso di proteine può affaticare fegato e reni. Va evitato il consumo di cibi grassi, dolci e zuccheri semplici e bevande alcoliche: non solo per evitare il sovrappeso ma anche rischi di ipercolesterolemia.

Io cerco di mettercela tutta a cercare di cucinare nella maniera piu sana possibile perchè ci credo che una buona alimentazione risolva davvero tanti problemi fisici………….

Ingredienti per 4 persone

  • 200 gr. di farro,
  • 200 gr. di polpa di scorfano,
  • 300 gr. di cozze ( peso già pulite),
  • 300 gr. di vongole veraci (peso già pulite),
  • 100 gr. di calamaretti (peso già puliti),
  • 1 spicchio d’aglio,
  • 1 cipolla,
  • prezzemolo tritato,
  • 1 bicchiere di vino bianco secco,
  • 100 gr. di polpa di pomodori
  • 30 gr. di olio evo,
  • 1 rametto di timo
  • 1 foglia di alloro,
  • sale,
  • peperoncino in polvere

Preparazione

Fate pulire dal pescivendolo le cozze e le vongole e fatele cuocere per qualche minuto finche tutte si aprono.

Ammollate il farro e fatelo cuocere con il doppio del suo volume d’acqua per 40 minuti. Mettiamo metà dell’olio in un tegame, uniamo lo spicchio d’aglio sbucciato e schiacciato, aggiungiamo lo scorfano, l’alloro e il timo e facciamo rosolare a fuoco vivo per qualche minuto.

Sfumiamo il pesce con il vino bianco; una volta evaporato, incorporiamo un mestolo d’acqua calda, saliamo e proseguiamo la cottura.

Quando la polpa dello scorfano si stacca dalle spine, spegniamo la fiamma, lasciamo intiepidire e puliamo la polpa eliminando la lisca e le altre parti non mangiabili. Filtriamo il brodo. Sbucciamo la cipolla e affettiamola.

Versiamo l’olio rimasto in una larga casseruola, facciamo rosolare la cipolla, uniamo i calamaretti tagliati a rondelle, mescoliamo, aggiungiamo la polpa di pomodori, il prezzemolo tritato, la polpa di scorfano con il suo brodo e il farro cotto; regoliamo di sale, pepìamo e per ultimo aggiungiamo le cozze e le vongole.

Copriamo con un coperchio e lasciamo aprire i molluschi. Serviamo la minestra calda con peperoncino in polvere a piacere.

Condividi!

Un commento a “Minestra di mare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *