Pane dolce del sabato con crema inglese – Contest intolleranze lattosio dolce

Tempo di preparazione:

Pane dolce del sabato

Sia la ricetta del Pane dolce del Sabato che la crema inglese non contengono né latte, né suoi derivati per cui è con immenso piacere che la invio a Tiziana del blog La fattoria di nonna paperina che ha promosso un contest per la raccolta di ricette per gli intolleranti al lattosio e per gli intolleranti al nichel.
Confesso che sono rimasto basito quando ho letto quali e quanti prodotti alimentari sono vietati a chi soffre di quest’ultima intolleranza e, come al solito, l’ho presa come una sfida per cui prossimamente posterò un paio di ricette nichel-free e, credetemi, non sarà un’impresa facile. Anzi, invito tutte/i a cimentarsi, vedrete che è proprio una sfida.
 INGREDIENTI (per 2 trecce)
Impasto
550 g di farina 0
2 uova  medie
100 g di zucchero
25 g di lievito di birra
125 ml di acqua tiepida
125 ml di olio extra vergine d’oliva
10 gr di sale
Ripieni
100 g di noci sgusciate
150 g di crema di marroni (*)
Esterno
Un tuorlo d’uovo
Un cucchiaio di acqua
Semi di sesamo e papavero

Crema inglese
250 ml di acqua
4 tuorli
125 g di zucchero semolati
1/2 bacello di vaniglia
1 cucchiaio di maizena
(*) Ingredienti: marroni IGP, zucchero, vaniglia.

PREPARAZIONE
Pane dolce

In una ciotolina sciogliere il lievito nell’acqua tiepida (35-37°C) insieme a un cucchiaino di zucchero e far riposare fino a quando si  formerà una schiumetta in superficie.
Nel vaso della planetaria versare la farina setacciata, il sale, lo zucchero e miscelare il tutto utilizzando il gancio. Versare il lievito e iniziare ad impastare; versare l’olio ed infine i tuorli, uno alla volta, aspettando ad inserire il successivo quando il precedente sarà ben incorporato.
Impastare fino a quando la massa si stacca perfettamente dal vaso lasciandolo pulito.
Mettere la massa a lievitare per almeno due ore trascorse le quali sgonfiare l’impasto e tagliarlo in due parti uguali quindi tagliare ognuna delle parti in tre.
Spianare su un piano infarinato ognuna delle parti per una lunghezza di circa 35 cm e per una larghezza di 15.
Su 3 “lingue” spargere i gherigli di noce e sulle altre 3 la crema di marroni.
Arrotolare le lingue nel senso della lunghezza fino ad ottenere dei cilindri stretti e lunghi.
Prendere i 3 cilindri con lo stesso ripieno, unirli ad un capo e formare una treccia. Fare la stessa operazione con gli altri 3.
Su una placca posizionare un foglio di carta da forno, cospargere di farina ed adagiare le trecce e lasciare lievitare in forno per almeno 2 ore (io quasi 6)
In una ciotolina sbattere il tuorlo con l’acqua e spennellarlo su tutta la superficie delle trecce. Cospargere di semi di papavero la treccia con le noci e di semi di sesamo quella con la crema di castagne.
Infornare nel forno statico già caldo a 200°C per 15-20 minuti (fino a colorazione bruna della superficie).
Crema inglese
Versare l’acqua in un pentolino, aggiungere il mezzo bacello di vaniglia e portare ad ebollizione. Togliere il bacello di vaniglia, versare l’acqua in una ciotola e fare raffreddare un pochino.
Versare nel pentolino i tuorli e sbatterli leggermente quindi aggiungere lo zucchero ed amalgamare bene.
Aggiungere l’acqua, ormai tiepida, e amalgamare bene quindi mettere il pentolino sul fuoco, scaldare mescolando con una spatola di silicone e aggiungere la maizena setacciata.
La crema sarà pronta quando raggiungerà una temperatura di 83°C e comunque quando velerà la spatola. Superare la temperatura indicata si rischia di “stracciare” le uova.
Togliere dal fuoco e filtrare la crema con un colino fine.
Servire la crema calda in una ciotola o nei singoli piatti
N.B.: Quando utilizzo i semi dei bacelli di vaniglia metto i bacelli stessi nel barattolo dello zucchero per aromatizzarlo. In questa occasione ho utilizzato metà di questi bacelli “usati”.
ricetta di Cocogianni

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *