Minestra di miglio

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessun voto)
Loading...Loading...
  • Porzioni per
    4 persone
  • Tempo Totale
    30 Minuti
minestra di miglio ridotta

Il miglio non è indicato per chi ha problemi di nichel. Meglio mangiarlo solo nei giorni di dieta a rotazione

Possiamo preparare questa semplice minestra di miglio con diversi altri tipi di verdure di stagione, come gli spinaci, i broccoletti, i carciofi, la catalogna e i porri; volendo possiamo insaporirla aggiungendo del parmigiano reggiano e del pepe nero macinato al momento.

Esiste anche il latte di miglio che è un degno sostituto al latte vaccino che non contiene né lattosio né glutine

Vi ricordate quando avete imparato imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata trovare il giusto equilibrio. Una volta trovato, siete riusciti a girare i pedali, guidare le ruote e far muovere la bicicletta.

La stessa cosa accade quando si tratta di scegliere la nostra alimentazione. Bilanciando la quantità e la varietà dei cibi che mangiamo, tutti i nostri organi lavorano al meglio e il corpo funziona in modo efficiente.

Sia io che mio marito ci siamo messi in testa di fare un questo nuovo percorso che ci porti a stare meglio partendo proprio dall’alimentazione e le cosine a cui prestare attenzione riassumendo non sono molte:

FRIGGERE MENO: Propendere, ogni volta che sia possibile, per i cibi alla griglia, invece di frlggerli, arrostirli o passarli in padella. Friggere rimescolando continuamente è un metodo accettabile, poiché in questo modo la quantità di grasso assorbita dai cibo è minima. Quando si frigge, assicurarsi che l’olio sia molto caldo, così il cibo ne assorbirà meno. I cibi fritti. come ad esempio le patatine (tagliate a fettine più grosse). possono essere messi a scolare su carte porose dopo la cottura.

MARINARE LA CARNE PRIMA: Spezzatini. bistecche o selvaggina possono essere preparati la sera prima o lasciati macerare in olio, limone o aceto e alloro con raggiunta di erbe aromatiche per almeno 3 ore prima della cottura. Si risparmieranno grassi e sale e i piatti saranno ugualmente gustosi.

USARE CONDIMENTI PER INSALATA A BASSO CONTENUTO DI GRASSi: come yogurt magro mischiato a maionese, limone, senape.

SCEGLIERE CIBI IPOCALORICI: Prodotti come paste (composti da spalmare), salsicce, formaggi. patatine fritte e condimenti per insalata sono oggi disponibili in varietà ipocalorlca “a basso contenuto di grassi” o “con una ridotta quantità di carboidrati. Tuttavia, controllare sempre che questi prodotti non contengano troppi additivi. coloranti. aromatizzanti e conservanti e che non siano mal scaduti.

DIMINUIRE I ‘PECCATI DI GOLA’: patatine, cioccolata, torte e biscotti contengono molto grasso. Si può mangiarne saltuariamente, ma non tutti i giorni.

CAMBIARE TIPO DI LATTE Passare dal latte intero al latte scremato o parzialmente scremato è uno dei modi più semplici per ridurre il consumo di grasso. Basta poco tempo per abituarsi al gusto di un latte più magro.

.

Procedimento

Ingredienti

  1. 300 gr. di miglio
    250 gr. cime di rape (già pulite),
    2 cipolle
    200 ml di brodo vegetale
    20 gr. di olio evo,
    sale

Preparazione

  1. Laviamo accuratamente il miglio sotto acqua corrente e lasciamolo scolare bene. Mondiamo, laviamo e sgoccioliamo le cime di rapa; sbucciamo e affettiamo sottile le cipolle.

    Scaldiamo l'olio in una casseruola, facciamo rosolare la cipolla affettata per qualche minuto, uniamo le cime di rapa e mescoliamo, aggiungiamo il miglio.

    Versiamo il brodo vegetale ben caldo, regoliamo di sale, mescoliamo ancora per insaporire, copriamo con il coperchio e facciamo cuocere per 20 minuti. Possiamo condire ulteriormente, a piacere con un filo d'olio evo crudo

Condividi!

2 commenti a “Minestra di miglio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *