Gnocchi di avena al ragù vegetariano, un primo piatto super succulento

Tempo di preparazione:

Molto prima che si effettuassero studi sull’alimentazione, l‘avena era molto utilizzata per l’alimentazione umana. Le popolazioni celtiche, germaniche ed i galli erano grandi consumatori di questo cereale sia in forma di pani che di polenta perché ritenevano che desse loro forza e longevità.

I suoi chicchi contengono un 60-70% di amido e altri glucidi (carboidrati); un 14% di proteine e un 7% di lipidi (grassi), all’interno dei quali si trova una significativa percentuale di leciti no; inoltre sono presenti vitamine del gruppo B, minerali (calcio e fosforo), vari oIigoelementi e un alcaloide (avenina), con effetto tonificante, energetico e riequilibrante del sistema nervoso.

L’impiego dell’avena dà ottimi risultati in caso di depressione, nervosismo, insonnia ed esaurimento fisico o mentale. Coloro che soffrono di stress o di impotenza sessuale, gli studenti (soprattutto in periodo di esami), gli sportivi e le madri che allattano trovano in questa pianta un alimento-medicina ideale.

Per la sua facile digeribilità, è indicata anche per i convalescenti e per chi soffre di gastrite, colite o altri disturbi di digestione. Diverse ricerche hanno dimostrato che la crusca d’avena è in grado di ridurre il tasso di colesterolo nocivo nel sangue.

Con la crusca e la paglia di questo cereale si possono fare infusi (con effetto sedativo sul sistema nervoso) e decotti (dalle proprietà diuretiche ed antinfiammatorie), addolciti con il miele.

Cavolo rosso: i benefici per la salute

I gnocchi di avena al ragù vegetariano contengono diversi ingredienti benefici. Uno di questi è il cavolo rosso. Quali sono le sue proprietà principali? Tra le più importanti è possibile ricordare la presenza di vitamina C, una sostanza decisiva per quanto riguarda l’efficienza del sistema immunitario e il contrasto dell’attività dei radicali liberi. Il cavolo rosso contiene inoltre minerali come calcio, potassio e ferro.

I vantaggi della pasta integrale

I gnocchi di avena al ragù vegetariano, perfetti per i celiaci, sono preparati a partire dalla farina integrale. Quali sono i vantaggi dell’assunzione della pasta integrale? Sono stati fatti diversi studi in merito negli ultimi anni. Cosa è venuto fuori? Diversi benefici, che vanno dalla maggior efficacia nutritiva della pasta integrale.

Mangiarla aiuta inoltre la salute in quanto, grazie all’importante quantità di fibre, risulta rallentato l’assorbimento degli zuccheri nel sangue. Da ricordare è anche la presenza di vitamina E, uno dei più efficaci antiossidanti naturali presenti in natura.

Questo primo piatto, ottimo per i vegetariani, è un trionfo di gusto, colori e profumi. La preparazione, molto semplice, culminerà in una presentazione che, vi assicuro, stupirà i vostri ospiti.

Dopotutto non ci vogliono dei piatti complicati per organizzare cene di successo. Bastano creatività e amore, due ingredienti fondamentali per cucinare e per fare sì che i propri piatti siano ricordati.

Ora non vi resta che provare! La ricetta è alla portata di tutti e il risultato sarà speciale.

Ingredienti per 6 persone

Per il ragù:

  • 1 spicchio d’aglio,
  • 1 carota,
  • 1 zucchina,
  • 1 costa di sedano,
  • 1 scalogno,
  • 200 gr. di foglie di cavolo rosso,
  • 2 rametti di basilico,
  • 1 bustina di zafferano,
  • q.b. olio extravergine d’oliva
  • q.b. sale fino.

Per gli gnocchi:

  • 50 gr. di farina integrale,
  • 250 gr. di fiocchi di avena,
  • 50 gr. di fiocchi di orzo,
  • 2 cucchiai di parmigiano reggiano stagionato 36 mesi grattugiato,
  • q.b. salvia e rosmarino,
  • 2 uova,
  • ½ bicchiere di latte vegetale,
  • sale grosso

Preparazione del ragù:

Sbucciate l’aglio e schiacciatelo leggermente. Lavate la zucchina strofinandola con le mani, eliminate le estremità con un coltello, dividetela prima in 4 partì e poi a dadini di mezzo centimetro. Spuntate la carota, raschiatela con un coltellino e lavatela sotto l’acqua corrente, poi riducetela a dadini di mezzo centimetro. Togliete le parti dure e i filamenti alle coste di sedano, lavatele e tagliatele anch’esse a pezzetti di mezzo centimetro. Sbucciate lo scalogno, lavatelo, asciugatelo e tagliatelo a fettine sottili.

Lavate e asciugate le foglie di cavolo e tagliatele a listarelle sottili. Mondate e pulite le foglie di basilico, tagliate finemente alcune foglie e avanzatene alcune per la guarnizione. Scaldate l’olio in una pentola e rosolatevi l’aglio per 2 minuti, unite lo scalogno e cuoceteli per 3 minuti senza farli annerire.

Versate nella padella tutte le verdure e insaporitele per 5 minuti a fuoco basso, mescolando. Incoperchiate e cuocete per 15 minuti. Sciogliete lo zafferano in 3 cucchiai d’acqua calda, versatelo nella padella delle verdure e mescolate bene. Proseguite la cottura altri 5 minuti a tegame scoperto. Spegnete il fuoco, insaporite con il basilico tritato e mescolate.

Mentre cuoce il condimento lavate e asciugate salvia e rosmarino, poi tritate le foglie della salvia e il rosmarino con la mezzaluna, lasciate da parte qualche foglia intera per la decorazione finale. Tenete da parte.

Preparazione degli gnocchi:

Portate a bollore il latte in un pentolino. Versate la farina integrale in una ciotola, unite i fiocchi di avena e orzo, il grana e il trito di salvia e rosmarino. Aggiustate di sale. Incorporate le uova e il latte tiepido, mescolate bene per amalgamare tutti gli ingredienti.

Lasciate riposare il per 30 minuti, poi dividete l’impasto a pezzetti. Fate rotolare ogni pezzetto sul piano di lavoro infarinato e fra le mani, in modo da formare dei rotolini di circa un centimetro e mezzo. Sistemate gli gnocchi pronti su alcuni pezzi di carta da forno spolverizzati di farina.

Portate a bollore 4 litri d’acqua salata in un tegame largo e non troppo alto e cuocetevi gli gnocchi per 10 minuti. Scolateli e conditeli con il sugo di verdure. Trasferite gli gnocchi in un piatto da portata decorato con i rametti di erbe aromatiche tenute da parte.

Tempo di preparazione: 1 ora e 30 minuti

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *