Crostata della “Nonna Paperina”

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessun voto)
Loading...Loading...
  • Porzioni per
    4/6 persone
  • Tempo Totale
    1 Ora 30 Minuti
Crostata della "Nonna Paperina"

Una vera goduria per il palato!

Oggi sono tornata da un convegno che mi ha messo un po’  sottosopra e ho preparato la Crostata della “Nonna Paperina” ho invitato i miei figli e ho cercato di pensare ad altro. Vi dico che si parlava di invecchiamento…. Hanno distribuito consigli a tutto spiano e provo a riassumere!

Se la vostra pelle presenta un colorito spento, appare stanca e i capelli sono sfibrati, i migliori alleati sono soprattutto verdura, frutta e pesce. E scientificamente dimostrato che la pelle, i capelli e le unghie si possono mantenere giovani, sani e forti attraverso la giusta alimentazione.

Il dottor Nicholas Perricone, il dermatologo esperto di antinvecchiamento, già da molto tempo studia lo relazione tra alimentazione e aspetto esteriore, giungendo alla conclusione che non sempre dei contorni del viso rilassati sono lo conseguenza del naturale processo d’invecchiamento, ma possono essere il segnale di un’infiammazione della pelle provocata da un’alimentazione scorretta.

Molte star si fidano ciecamente del suo segreto di bellezza basato su pesce, carne bianca, frutta, verdure ed acqua. Molti specialisti anti-aging spiegano in che modo questo mix funziona: lo pelle riceve attraverso lo circolazione sanguigna sostanze nutritive che apportano energia per un’intensa attività cellulare.

Se le cellule vengono approvvigionate in maniera insufficiente, il tessuto connettivo s’indebolisce, lo pelle e i capelli invecchiano più velocemente.

I raggi ultravioletti, l’inquinamento, il fumo, le variazioni climatiche, lo stress inducono lo produzione di radicali liberi, molecole molto reattive che attaccano le cellule della pelle ossidandole, causando rughe e macchie scure e danneggiano il collagene e l’elastina. Determinati tipi di frutta e verdura apportano sostanze antiossidanti che formano un vero e proprio scudo contro i radicali liberi perché impediscono l’ossidazione delle cellule favorendo l’apporto di ossigeno da parte del sangue.

In questo modo le cellule hanno più energia a loro disposizione e si rinnovano con maggiore facilità. Importanti antiossidanti in grado di ridurre i danni cellulari sono le vitamine C, E ed il betacarotene. Le proteine sono i principali costituenti del corpo umano e ogni molecola proteica si compone di diversi aminoacidi. Il corpo non è in grado da solo di produrne, ma li deve ricevere attraverso il nutrimento.

A tutto vantaggio della bellezza, perché anche lo composizione dermatologica (elastina, collagene e fibre elastiche nel tessuto cellulare) consiste di proteine. Circa il 50 per cento della nostra alimentazione, inoltre, dovrebbe consistere di carboidrati perché lo pelle riceva l’energia necessaria per produrre nuove cellule del derma.

Quanto più giovane e più sana è lo pelle, tanto meglio funziona il rifornimento. I grassi fanno ingrassare? Non necessariamente: il giusto apporto di grasso rassoda lo pelle.

Pesce azzurro, olio di semi di girasole, di sesamo come anche frutta secca contengono i pregiati acidi grassi omega-3 e omega6, che migliorano lo funzione delle membrane cellulari. Ricordate che lo bellezza viene da dentro e si può davvero diventare più belle mangiando gli alimenti che contengono le vitamine e i sali minerali, che costituiscono il fondamento di una pelle giovane.

Sono particolarmente importanti prodotti integrali, patate, frutta, verdura, pesce e naturalmente molta acqua.

Le sostanze nutritive decisive per una pelle giovane sono soprattutto le vitamine: la vitamina A per una pelle soda, le vitamine E per rinforzare il tessuto connettivo, l’acido pantotenico per conferire elasticità. Tra i minerali, i cosmetici ideali sono magnesio, ferro e zinco.

Questa ricetta è stata anche preparata per la trasmissione “Quel che passa il convento” variando il topinambur con il sedano rapa ma il procedimento è identico…..

Seguite il link per la pasta briseè senza nichel e senza lattosio

Ingredienti per 4/6 persone

per la farcitura

  • 250 gr fagiolini
  • 250 gr topinambur
  • 200 gr mozzarella senza lattosio
  • 1 vasetto pesto

Procedimento

  1. Lessate i fagiolini in acqua leggermente salata. Pelate i topinambur e tagliateli a tocchetti piccoli e ripassateli in padella con un po’ d'olio come se fossero patatine fritte e tenete da parte.

    Scolate i fagiolini leggermente al dente, e preparateli tagliati a tocchetti.In una ciotola riunite i fagiolini lessi, i tocchetti di topinambur, il pesto, e mescolate gli ingredienti delicatamente.
  2. Setacciate la farina alla quale avrete aggiunto un pizzico di sale rosa e disponetela a fontana, fate ammorbidire il burro che avrete tagliato a tocchetti e metteteli nel centro della farina e lavorate con la punta delle dita fino ad ottenere tante grosse briciole.

    Formate nuovamente la fontana e al centro versate e aggiungete 2 cucchiai di acqua gelata alla volta, continuando ad impastare fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.
  3. Formate una palla e ricopritela con della pellicola trasparente e fatela riposare in frigo almeno per 30 minuti. Dopo questo tempo riprendete la vostra palla e stendetela col mattarello sul piano infarinato, nello spessore che vi serve.

    Foderate la teglia con la pasta brisè, bucherellate il fondo e poi versatevi il ripieno che avete preparato. Prendete la mozzarella e mettetela a tocchetti sopra tutto il vostro preparato.

    Cuocete in forno già caldo a 180° per 30 minuti.

Condividi!

3 commenti a “Crostata della “Nonna Paperina”

  1. silver account

    Proteine, grassi, vitamine e sostanze minerali vi si trovano equilibratamente. E’ ricco di calcio e quindi importantissimo per la formazione delle ossa e per la salute dei denti. Tonifica la pelle e favorisce la guarigione di molte malattie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *