Pane allo zafferano

Tempo di preparazione:

Il pane è l’alimento per eccellenza, quello « rituale “, indispensabile alla vita dell’uomo: gli amidi producono calore ed energia, le sostanze minerali e le proteine rinnovano le strutture ossee e le cellule. Vi sono centinaia di modi di preparare il pane, corrispondenti alle varie farine impiegate che non sempre sono di solo frumento. Si hanno così pani di segala, d’orzo, d’avena e di altre farine ancora.

Si possono formare dei pani caserecci con impasto “sodo”, a forma di focaccia con il classico taglio a croce, ed i tempi di cottura variano a seconda del volume. Si possono preparare pani ovali con una sola incisione longitudinale oppure dei bastoni solcati obliquamente con incisioni ad una distanza di quattro dita l’una dall’altra.

Con l’impasto ” morbido” si possono preparare bombette, formando delle palline che poi si schiacceranno leggermente; praticando su di esse un’incisione a croce si otterranno le michette. Un filoncino di pasta ripiegato in due ed arrotolato forma la treccia. La bombetta può assumere anche una forma leggermente allungata e si ha il panino, che può essere lasciato così come è o inciso longitudinalmente. Si possono preparare delle piccolissime bombette e dei panini con impasto al latte e burro (o olio o strutto) ed usarli per mini panini. I tempi di cottura variano a seconda del volume degli stessi, da 8 a 10 o 15 minuti.

Il chiffelino (o banana) si prepara appiattendo la pasta e ritagliandola in quadretti che poi si arrotolano formando dei rotolini ai quali si può dare una lieve forma incurvata, a mezza luna. I cornetti di tipo « ferrarese” si ottengono unendo due di questi rotolini leggermente ricurvi più sottili.

E si potrebbe scrivere per ore su questo splendido alimento. Oggi vi parlo di un tipo di pane che ho trovato sul mitico libro “il pane fatto in casa”  che è un classico pane da colazione, a metà fra il dolce e il salato, perfetto come base per burro e marmellata. Il punto di forza è la combinazione di spezie- zafferano, cannella e noce moscata che si equilibrano perfettamente.

Ingredienti:

  • 250 cl di latte Accadi senza lattosio
  • 2 bustine di zafferano
  • 25 gr di lievito di birra
  • 40 gr zucchero
  • 450 gr di farina manitoba
  • 50 gr di mandorle tritate
  • 1 pizzico di sale
  • 75 gr di burro chiarificato a temperatura ambiente
  • 100 gr di uvetta

Preparazione:

Scaldate 1,25 dl di latte e portatelo quasi al limite della bollitura, a quel punto scioglietevi le 2 bustine di zafferano.
Sciogliete il lievito di birra in 1,25 dl di latte tiepido ed unitevi un cucchiaino di zucchero e qualche cucchiaio di farina in modo da ottenere una pastella densa che dovrà riposare per 30 minuti.
Trascorso il tempo di riposo riprendete la pastella ed unitevi la restante farina, le mandorle, lo zucchero, 1 pizzico di sale, il burro ed il latte con lo zafferano. Otterrete un impasto molto morbido che dovrà essere lavorato per circa 5 minuti sul piano infarinato. Fatto ciò trasferite il vostro “panetto” in una terrina e copritelo con un canovaccio umido. Mettete il tutto in un luogo caldo per circa 1 ora e mezza a lievitare.
Riprendete l’impasto ed aggiungetevi l’uvetta. Dividete l’impasto in 2 panetti. Riponeteli sulla placca del forno foderata con la carta forno e lasciateli lievitare per altri 30 minuti.
Spennellate i pani con del latte (al quale aggiungerete un paio di cucchiai di zucchero) ed infornateli a 190° per circa 15 minuti.
Una volta cotti, lasciateli raffreddare, tagliateli a fettine sottili e mettete le fettine a tostare in forno finchè non assumono un bel colore dorato.

 

Condividi!

3 commenti a “Pane allo zafferano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *