Tortino di farro e zucca, una ricetta veloce e buona

Tempo di preparazione:

Assaporiamo un buon tortino di farro e zucca!

Il tortino di farro e zucca è un’idea versatile e adatta a qualunque occasione. Lo prepareremo con ingredienti genuini e adatti a tutti, compresi coloro che sono intolleranti al lattosio. Infatti, tra gli ingredienti troviamo il latte senza lattosio, ma anche il riso, le uova, il Parmigiano Reggiano e il burro chiarificato… Un mix di alimenti fatti di gusto e tanto nutrimento.

Questo pasto potrà permettervi di portare in tavola un buon apporto di proteine, grassi, fibre, carboidrati, nonché vitamine, antiossidanti e minerali da non sottovalutare. Leggero e digeribile, questo tortino soddisfa proprio tutti e gran parte del suo buon sapore è dovuto al suo ingrediente principale…

Il farro: un ottimo e versatile alimento

Il farro era il cereale preferito degli antichi Romani, che oggi viene riscoperto e consumato per le sue grandi qualità culinarie e nutritive. È energetico e ricco di minerali, contiene vitamine antinvecchiamento e aiuta chi è a dieta, perché ne basta una piccola porzione per allontanare la fame.

Il protagonista del tortino di farro e zucca contiene più proteine del grano, e bisogna dire che le proteine nel farro sono più facili da digerire. Ciò significa che alcune persone che sono allergiche al grano, possono tranquillamente tollerare il farro. Come il frumento, contiene il glutine e quindi non è adatto ad una dieta gluten-free. Tuttavia, è una fonte eccellente di nutrienti essenziali. I Chicchi di Farro Náttúra si presentano come un perfetto antiossidante, in particolare grazie alla forte presenza di selenio.

Vengono lavorati a vapore per conservare tutte le proprietà nutritive tipiche di questo cereale. Il farro, infatti, è molto ricco di fibre – più di 10 volte rispetto alla pasta integrale -, di vitamine del gruppo B e di sali minerali. In dieci minuti, tempo di cottura ideale per i chicchi di farro parboiled, ecco pronti primi piatti originali e secondi sfiziosi. Sarà difficile resistere all’invitante profumo di una zuppa calda o alla delicata freschezza di un’insalata estiva! In ogni caso, come risultato avrete un piatto leggero, ricco di fibre e povero di grassi: una vera riserva di benessere!

Altri interessanti consigli e poi prepariamo il nostro tortino di farro e zucca!

Si consiglia, a seconda degli usi che se ne voglia fare (primi, secondi, contorni, piatto freddo o piatto unico), di tenere il prodotto a bagno per 48 ore fino ad un minimo di 12 ore, e farlo bollire in pentole normali per almeno un paio di ore. Qualora si usino pentole a pressione, il tempo di cottura si riduce di circa la metà. Il farro decorticato e parboiled cuoce molto prima, mentre il farro triturato grossolanamente può essere cotto anche senza il bagno di 48 ore.

Per la sua cottura saranno necessari circa 20 o 30 minuti ed è comunque consigliabile attendere un po’ prima di mescolarlo ad un condimento, per consentire all’acqua in eccesso di essere assorbita completamente ed al cereale di gonfiarsi lentamente a fuoco spento. Con queste pillole culinarie abbiamo finito… Adesso passiamo alla preparazione del tortino di farro e zucca!

Ingredienti per 4 persone:

  • 150 g di riso,
  • 150 g di Chicchi di Farro Parboiled
  • 3 di di latte Accadi,
  • 2 fette di zucca matura
  • 4 uova,
  • 4 cucchiai di parmigiano reggiano 48 mesi grattugiato,
  • 30 g di burro chiarificato,
  • q.b. sale

Preparazione

Scaldate il forno a 200°. Nel frattempo, in due pentole separate, cuocete il riso nel latte per 16 minuti e lessate il farro in acqua bollente salata per 20 minuti.

Pelate la zucca e riducetela a cubetti e in una teglia ricoperta di carta forno fateli tostare di zucca con un pizzico di sale.

Foderate con della carta forno una teglia del diametro di 24 cm. Scolate, mescolate riso e farro, incorporatevi tre uova, il parmigiano, il burro, un pizzico di sale e ii cubetti di zucca

Versate il composto nella teglia, spennellate la superficie con il restante uovo sbattuto, cuocete in forno per 25 minuti. Ritirate, dopo alcuni minuti trasferite sul piatto da portata e servite.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *