Cappelletti alla romana, come rivisitare un classico della tradizione

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessun voto)
Loading...Loading...
  • Porzioni per
    4 persone
Cappelletti alla romana

I cappelletti alla romana vengono realizzato con un ripieno crudo, a differenza di piatti “cugini” come i tortellini romagnoli o i cappelletti marchigiani

Rivisitare un grande piatto della tradizione è possibile, come nel caso dei celebri cappelletti alla romana di cui vi propongo una versione rivista. Rivisitare alcune pietanze non significa disprezzarle, anzi, significa omaggiarle, valorizzarle, personalizzarle. E ricordiamoci che se alcune tradizioni culinarie resistono nel tempo è proprio grazie al Natale! Quindi è sempre importante prestare attenzione a cosa viene messo in tavola durante il periodo natalizio. In questo senso i cappelletti alla romana sono davvero un classico intramontabile. Che però rischia di soccombere per imperizia, malafede o trascuratezza. In alcuni ristoranti infatti vengono serviti tortellini bolognesi o cappelletti alla marchigiana spacciandoli per cappelletti alla romana.

Cappelletti alla romana: la particolarità

Purtroppo questo malcostume si è diffuso progressivamente negli ultimi anni, contando anche sul fatto che legittimamente i turisti, italiani o stranieri che siano, non possono essere in tutto e per tutto degli esperti di cucina tradizionale o palati così raffinati da riuscire a distinguere pietanze che appartengono dopotutto alla medesima famiglia. Invece occorre tenere ben presente che il piatto in questione si differenzia dai cugini marchigiani o romagnoli per il fatto di presentare un ripieno crudo. La mia ricetta rivisitata rispetta questo imprescindibile parametro tradizionale. Alcuni operatori del settore però, credendosi furbi, si dilettano nel trucco di cui sopra, anche perché preparare i cappelletti alla romana può risultare laborioso. Comunque va detto che esistono tante realtà dove caratteristiche come pasta e tipologia di ripieno crudo (e non cotto) vengono assolutamente rispettate, per non parlare delle famiglie, con le mamme e le nonne soprattutto che durate le festività di adoperano con abnegazione per regalare ai propri parenti e amici questo piatto strepitoso, autentico simbolo del Natale e più in generale dell’inverno romano. Ecco alcuni consigli: è opportuno preparare il brodo il giorno precedente, affinché durante la notte la parte grassa possa solidificare nella pentola in frigorifero o all’esterno, in un luogo fresco, per poi essere tolta il giorno dopo in modo da rendere il brodo più digeribile e meno grasso.

Ingredienti per 4 persone

Per la pasta

  • 300 gr farina
  • 3 uova
  • sale

Per il ripieno

  • 200 gr maiale lombo
  • 70 gr tacchino petto
  • 50 gr prosciutto crudo
  • 1 fetta mortadella senza lattosio
  • 70 gr parmigiano reggiano 48 mesi
  • 1 uovo
  • q.b. sale

Procedimento

  1. Il ripieno dei cappelletti alla romana non è cotto, a differenza dei tortellini alla bolognese o dei cappelletti alla marchigiana. A crudo tritate con il tritacarne la carne di maiale, il prosciutto, la mortadella e il petto di tacchino.
  2. Raccogliete la carne trita in una terrina, unitevi il parmigiano , l'uovo intero, aggiustate di sale. Mescolate con cura, amalgamando bene tutti gli ingredienti. Con le uova e la farina preparate la pasta. Stendete con il mattareIlo o con la macchinetta, una sfoglia sottile, con un tagliapasta seghettato tagliatela a dischi di 5 centimetri di diametro, o a quadrati, prima che la pasta asciughi.
  3. Disponete con un cucchiaino un po' di ripieno nel centro, ripiegate il disco su se stesso, premete tutto intorno con le dita, riavvicinate e sovrapponete le due estremità fermandole con un dito e dando all'insieme la forma di un piccolo cappello.
  4. Rimpastate i ritagli di pasta e procedete così fino ad utilizzare tutta la pasta all'uovo e il ripieno. Metteteli ad asciugare sulla spianatoia sopra ad un canovaccio. Nel frattempo preparate un brodo, quando il brodo è pronto, passatelo con un colino. Rimettetelo sul fuoco, quando bolle versatevi i cappelletti e lasciateli cuocere per circa 15 minuti. Prima di portarli in tavola lasciateli riposare 10 minuti.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *