Cotolette alla milanese, la tradizione e la semplicità a tavola

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessun voto)
Loading...Loading...
  • Porzioni per
    4 persone
  • Tempo Totale
    20 Minuti
Cotoletta alla milanese

La cotoletta alla milanese è la passione di molti bambini!!!!

Secondo tutto il mondo gastronomico la cottura della cotoletta alla milanese è secondo la tradizione da preparare tassativamente con Il burro e quello che noi siamo abituati a consumare è formato in parte di acqua – circa 18% – e di un 2% di proteine solide.

Il resto è grasso animale. Ed è questa combinazione che lo rende pesante e nocivo alla nostra salute.

Oggi abbiamo modificato la ricetta cambiando il burro tradizionale con il burro chiarificato o Ghee.

Il Ghee è un burro chiarificato prodotto dal comune burro non salato e  può essere usato per cucinare, al posto di altri condimenti, o consumato con latte e mandorle.

Ha un aroma delicato e fragrante e conferisce ai cibi un gusto inconfondibile.

E’ un ideale mezzo di cottura che magnifica il valore nutritivo, rendendo vitamine e minerali più attivi e quindi più facilmente assimilabili.

Il cibo cotto nel Ghee  mantiene più a lungo la freschezza ed il valore nutritivo.

Grazie alle sue proprietà preservanti, il Burro Chiarificato è spesso usato come base per alcune preparazioni di medicina ayurvedica tradizionale.

Il Ghee può essere usato sia come il burro che come l’olio; contrariamente al burro, si può scaldare ad alte temperature senza bruciare, poiché l’acqua e le parti solide di caseina (contenute nel burro) sono state tolte nel processo di chiarificazione; inoltre non si ossida ne irrancidisce come molti olii vegetali quando vengono surriscaldati.

Ingredienti per 4 persone

  • 4 bistecche di vitello
  • 100 gr burro chiarificato
  • 1 uovo
  • q.b. pane grattugiato di riso o di quinoa
  • q.b. sale

Procedimento

  1. Battete dolcemente le cotolette col batticarne bagnato, in modo che, scivolando sulla carne, non le rovini o le appiattisca troppo. La battitura serve soprattutto a rompere i nervi e ad evitare che la carne, cuocendo, si arricci; in questo caso potrebbe friggere in modo non omogeneo.
  2. In un piatto fondo sbattete bene l'uovo. Passatevi le cotolette, una ad una, poi passatele nel pane grattugiato. Premete bene col palmo della mano da entrambe le parti per far aderire bene il pane, ed evitare che l'impanatura si stacchi dalla carne durante la cottura.

    In una padella larga mettete a friggere il burro e ponetevi le cotolette, che devono stare ben larghe. Piuttosto si consiglia di cuocerle una alla volta.
  3. Quando da una parte delle cotolette si sarà formata una bella crosta dorata, voltatele e lasciatele cuocere bene dall'altra parte per ancora 3-4 minuti, per formare un'altra crosta dorata.

    Abbassate il fuoco e fate cuocere ancora per qualche minuto, in modo che le cotolette possano cuocere bene anche all'interno.

    Togliete le cotolette dalla padella, salatele e servitele col burro schiumante e con l'osso avvolto perfettamente nella carta stagnola.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *