Parmigiana di zucchine: la ricetta perfetta anche se sei in gravidanza.

Oggi alla mia bimba ho preparato la parmigiana di melanzane che ha spazzolato in men che non si dica. Aspetta un bimbo e se posso cerco di prepararle pranzo o cena.

La gravidanza rappresenta per le donne, in genere, una delle tappe più importanti della propria esistenza. Esse si vedono sottoposte a mutazioni del proprio corpo che le investono in prima persona e che esigono delle scelte importanti, in ogni caso utili a portare avanti la gravidanza in maniera corretta.

Se è vero che la gravidanza è un fatto assolutamente naturale e che l’organismo della donna è di per sé in grado di adattarsi alle esigenze del feto è altrettanto vero che tale situazione fisiologica può mettere a serio rischio la serenità delle donne.

Niente paura, è sufficiente mettere in atto alcuni accorgimenti per conciliare il benessere della futura mamma con quella del proprio piccolo.

Alimenti buoni o cattivi: tutta una questione di scelta

La prevenzione delle malattie non passa solo dall’osservanza di una corretta alimentazione in termini di quantità, ma anche e soprattutto di qualità.

E’ bene che sia chiaro, quello che influisce sul benessere del nascituro non è tanto il consumo occasionale di qualche dolcetto o di qualche formaggio, bensì la scelta di cibi senza additivi, senza conservanti, senza coloranti, né aromatizzanti.

Meglio privarsi di biscotti fatti con olio di palma e conservanti piuttosto che di un piatto, sia pur abbondante, di pastasciutta. Dunque se è vero che non bisogna esagerare con le porzioni è pur vero che la priorità è da assegnare alle componenti chimiche che caratterizzano gli alimenti destinati a fare la loro bella presenza sulle tavole delle gestanti.

Corretta alimentazione sì, ma non basta

Ad eccezione dei casi di gravidanza a rischio, svolgere regolare attività fisica nei nove mesi è certamente consigliato. Unire una dieta sana ed equilibrata ad una moderata attività fisica e quanto di meglio si possa fare per far stare bene se stesse ed il proprio piccolo.

Una moderata attività fisica favorisce la circolazione, aiuta a tenere il peso sotto controllo rendendo per altro il parto più semplice ma ad una condizione: che non si tratti di attività fisiche che comportino il sollevamento di pesi o sforzi eccessivi. Non è a caso che, per inciso, abbiamo fatto riferimento ad attività fisica moderata.

Da prediligere in assoluto lo yoga, che, come noto, aiuta a tenere altresì sotto controllo la respirazione, attività questa fondamentale durante il parto.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *