Colazione da re, pranzo da principe, cena da povero

Colazione da re, pranzo da principe, cena da povero. Questo detto popolare che sicuramente avremo già sentito racchiude una delle più importanti verità nel campo dell’alimentazione e della dieta quotidiana. La colazione, da molti sottovalutata, dovrebbe essere invece il pasto cardine della giornata.

Secondo parecchi studi medici la colazione ha un’importanza fondamentale nella prevenzione di alcune problematiche che possono colpire il nostro organismo. Pare che concedendosene un’abbondante tutti i giorni riduca le possibilità di sviluppare il diabete mellito, di andare incontro a problemi cardiovascolari, di sovrappeso, obesità e stress.

Al momento del risveglio il livello di zuccheri nel sangue risulta basso pertanto senza un adeguato apporto di glucosio il nostro fisico sarà sottoposto ad un maggior senso di fame durante la giornata causato da carenze energetiche. Di conseguenza il nostro corpo potrebbe reagire in due modi differenti:

  • Arrivare all’ora di pranzo con un eccessivo appetito, motivo che ci porterà ad abbuffarci rendendo più difficoltosa la digestione nel pomeriggio, provocando senso di sonnolenza e riducendo le nostre prestazioni.
  • Ricorrere a spuntini durante il corso della mattinata che ci porteranno già sazi all’ora di pranzo ed eccessivamente affamati all’ora di cena dove mangeremo troppo, durante la notte non bruceremo le calorie in eccesso (fattore che col tempo provocherà un aumento del peso corporeo), e ci troveremo nuovamente la mattina successiva senza appetito.

Altro problema legato ad una colazione non corretta è il conseguente abuso di snack per far fronte agli attacchi di fame improvvisi. Questi alimenti hanno solitamente un elevato indice glicemico pertanto al momento dell’assunzione il livello di glucosio nel sangue aumenterà costringendo il nostro organismo a produrre insulina, quest’ultima entrando in funzione abbasserà il livello degli zuccheri provocando nuovi attacchi di fame. Il continuo rilascio d’insulina nell’arco delle 24 ore e per periodi prolungati potrebbe provocare al nostro organismo una resistenza all’insulina ed il conseguente sviluppo del diabete mellito di tipo 2.

Colazione da re

Prima di tutto la colazione deve essere sana, nutriente e soprattutto bisognerebbe consumarla senza fretta in modo da trasmettere al nostro corpo, ma anche alla nostra mente, un senso di tranquillità, non sottoponendolo allo stress sin dal momento del risveglio.

Come primo passo è consigliabile bere a stomaco vuoto un paio di bicchieri d’acqua oppure dell’acqua tiepida con del limone spremuto per risvegliare il nostro organismo, far fronte alla disidratazione notturna e favorire l’eliminazione delle tossine.

In seguito è necessario reintegrare gli zuccheri assumendo carboidrati complessi, come ad esempio fette biscottate, cereali, fiocchi d’avena, biscotti o pane, accompagnati eventualmente da miele o marmellata. Se si riuscisse, sarebbe ottimale consumare anche della frutta fresca per un corretto apporto di energia, vitamine e fibre, ed una manciata di frutta secca, ricca di antiossidanti, capaci di rallentare l’invecchiamento cellulare. Un alimento che sarebbe utile assumere è la cannella (da utilizzare per esempio come condimento per la frutta fresca), migliora infatti il trasporto del glucosio alle cellule e riesce a mantenere alti i livelli energetici nel nostro corpo per un periodo di tempo maggiore.

Come accompagnamento a quanto sopra citato si potrebbero consumare spremute, succhi e frullati di frutta, te verde (ricco di antiossidanti e con elevato potere drenante), latte scremato, parzialmente scremato o di soia. Al contrario di quanto si pensi, bisognerebbe invece evitare il caffè responsabile dell’innalzamento del cortisolo, più conosciuto come ormone dello stress, il quale provoca l’accelerazione del battito cardiaco, l’aumento della pressione sanguigna e di conseguenza un consumo più elevato di energia che porterà il nostro organismo ad attacchi di fame più frequenti che troveranno sfogo nel consumo di alimenti poco salutari.

Se vogliamo pertanto affrontare la vita in modo più salutare ed iniziare la giornata nel modo migliore potremmo puntare la sveglia 10 minuti prima dedicando il tempo e le attenzioni necessarie al pasto cardine della giornata, non accontentandoci di un caffè al volo o di un cappuccino con brioche al bar vicino all’ufficio.

Ingredienti per 4/6 persone

  • 250 gr. di farina di riso
  • 3 uova
  • 100 gr. di olio di riso
  • 60 gr. di zucchero
  • 100 ml  di acqua
  • 2 mele
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 1 limone spremuto
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • burro chiarificato o olio per la teglia
  • zucchero a velo

Preparazione

Spremete il limone ed aggiungete al succo le mele sbucciate e tagliate a dadini.

Sbattete le uova, aggiungete farina, olio, zucchero e lievito e continuate a mescolare fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. A questo punto incorporate il succo di limone con le mele, la cannella ed aggiungete a filo l’acqua mentre continuate a lavorare il composto.

Prendete una teglia da plumcake e passate del burro chiarificato o dell’olio sulle pareti in modo da non far attaccare il dolce in fase di cottura.

Versate l’impasto ed infornate a 180°C per 35 minuti.

Una volta freddo togliete dalla teglia e spolverizzate con lo zucchero a velo.

 

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *