Zeolite: la formula segreta per disintossicare il nostro organismo in maniera efficace e pura

Non si parla di altro, specie in questi ultimi anni: questo malessere generalizzato e diffuso dipende di certo da quello che respiriamo, che mangiamo.

Si tratta di una verità difficile da smentire, ma chi ci dice che debba essere passivamente accettata? Possibile che, a parte tisane placebo ed altri palliativi anche molto costosi proposti sul mercato non esista una soluzione realmente più efficace?

In verità essa c’è e come: si tratta di un prezioso minerale di origine vulcanica: Zeolite. Concepito come ingrediente del tutto naturale, ben tollerato dall’organismo grazie ai suoi composti naturali, Zeolite si pone sul mercato come soluzione perfetta per tutti coloro che intendono prendersi cura del proprio fegato.

Il segreto dell’efficacia di Zeolite

La scienza e la medicina oggi, così come, naturalmente, tutti i consumatori in genere, si stanno dimostrando sempre più attenti alla composizione degli alimenti e degli integratori che si vanno ad assumere giornalmente.

E’ proprio tenendo conto di questo stato di cose che Zeolite ha ottenuto, sin dal suo ingresso sul mercato, un vasto successo proprio a motivo della sua composizione tutta naturale, fatta da ingredienti naturali quali mercurio, piombo, cadmio, ammonio e istamina.

Ecco in cosa Zeolite si distingue dagli altri preparati che, pur essendo eventualmente in grado di depurare il nostro organismo, non lo fanno avvalendosi di sostanze completamente naturali.

Essa è molto utilizzata anche per l’eliminazione dall’ organismo dei metalli pesanti, dei pesticidi e delle numerose tossine che quotidianamente vengono assunti attraverso l’aria e l’alimentazione ed è inoltre particolarmente indicata a coloro che tendono a soffrire di stress ossidativo, come anziani, convalescenti e persone in fase di stress acuto.

La polvere di zeolite viene anche utilizzata, mischiata con semplice acqua, come crema in caso di acne, pruriti e dermatiti per placare i sintomi dell’infiammazione. Effetti collaterali sull’utilizzo di tale polvere non sono mai stati registrati, l’unico effetto negativo di un eventuale sovradosaggio è un possibile rallentamento della normale motilità intestinale. Per tale motivo, per i soggetti tendenzialmente soggetti a stipsi, si consiglia di partire con un dosaggio molto basso per poi salire gradualmente.

Zeolite non presenta in verità effetti collaterali, in casi isolati si possono manifestare semplicemente forme di stitichezza, ma solo come conseguenza dell’assunzione di una dose insufficiente di liquidi.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *