Polpette di quinoa e miglio: finalmente nuovi sapori sulle nostre tavole

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle 1 voti, media: 5,00 su 5
Loading...Loading...
  • Porzioni per
    4/6 persone
  • Tempo di Cottura
    25 Minuti
  • Tempo Totale
    40 Minuti
Polpette di quinoa e miglio

Buone e salutari: scommetti che piaceranno anche ai bambini?

Polpette di quinoa e miglio: non è facile portare a tavola piatti nuovi. Per quanto alto sia lo sforzo profuso per ottimizzare la propria fantasia, gira e rigira si finisce sempre con il realizzare i soliti piatti che la nostra tradizione italiana, pur generosamente, ci offre.

Per fortuna, spesso di recente, si assiste oggi all’ingresso -benvenuto- di ingredienti nuovi, che, fino a qualche tempo fa, era a dir poco fantascientifico reperire sui nostri banconi alimentari.

Tra questi ultimi è possibile annoverare il miglio e la quinoa, relegate non già a meri prodotti per soli vegani, in quanto ormai ampiamente apprezzati da tutti e destinati più in generale agli amanti della cucina sana a genuina.

Polpette di quinoa e miglio: benvenuto benessere

Fantastica questa scoperta, appagante nel gusto e miracolosa per il nostro apparato cardiovascolare. Stiamo parlando della quinoa, alimento ricco di proteine e fibre, assolutamente carente di glutine, dunque destinato a tutti i consumatori senza riserve.

La presenza in esso di due aminoacidi, la lisina e la metionina, si rivelano essenziali per il corretto funzionamento del nostro organismo, soprattutto sotto il profilo dell’insulina.

E cosa dire del miglio, un cereale anch’esso privo di glutine che, a dispetto di quello che può pensarsi, rappresenta un cereale molto antico coltivato addirittura anche dagli antichi egizi.

Ricostituente ed energizzante naturale, esso rappresenta una vera e propria miniera di vitamine del gruppo A e B: ne consegue che si rivela un ottimo prodotto di bellezza per pelle, capelli e unghie che da esso traggono grande giovamento.

Ingredienti gluten free: perché tanto successo?

La rivisitazione delle nostra cucina negli ultimi anni sta facendo veri e propri passi da gigante.

Mai un tempo avremmo immaginato di poter reperire nel mercato ingredienti quali quelli che oggi vanno tanto in voga, ma mai avremmo pensato che saremmo arrivati oggi a preferirli ad altre pietanze.

La ragione di tale inatteso fenomeno è da rinvenire nella genuinità degli stessi, portatori di proprietà nutrizionali eccellenti, meglio sarebbe dire terapeutiche.

Inoltre trattasi di ingredienti poco conosciuti, in grado di stuzzicare la fantasia del commensale, gradevoli anche all’aspetto, ma anche particolarmente gustosi, capaci di allietare le nostre tavole.

Ecco di seguito indicata, per coloro che intendessero dedicarsi ad una delle preparazioni più gustose a base di quinoa e miglio, la straordinaria ricetta delle polpette che vedono quali principali ingredienti questi due straordinari cereali gluten free.

 

Ingredienti per 4/6 persone

  • 1/2 litro brodo
  • 100 gr. miglio
  • 100 gr. quinoa
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 1 gambo di sedano
  • 1 cucchiaio timo tritato
  • 1 cucchiaio curcuma
  • 1 uovo
  • 60 gr. parmigiano reggiano stagionato 36 mesi
  • q.b. olio extravergine di oliva
  • q.b. sale e pepe
  • q.b. farina di mais per impanare

Procedimento

  1. Preriscaldate il forno a 230 gradi. Lavate e tagliate a dadini piccoli le verdure. Lavate molto bene i chicchi di miglio e di quinoa. In una padella antiaderente con un filo di olio fate rosolare le verdure per il soffritto per qualche minuto.
  2. Unite quinoa e miglio e fate tostare qualche istante e coprite con il brodo vegetale leggermente salato. Lasciate cuocere per una ventina di minuti mescolando di tanto in tanto.
  3. Spegnete il fuoco e lasciate intiepidire. Unite la curcuma ed il timo, l'uovo e il parmigiano grattugiato. Mescolate bene tutto l'impasto per farlo legare e se necessario aggiungere altro parmigiano.
  4. Formate delle palline, passatele nella farina e adagiatele su di una teglia ricoperta da carta forno.
  5. Infornate per 20/25 minuti. Ogni tanto rigiratele per farle dorare su tutti i lati. Servite accompagnate da una salsa

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *