Gonfiore di pancia dopo i pasti… un’aiuto arriva da un infuso!

Nell’era dei cibi grassi, bevande gassate e pasti ad alto contenuto di sodio, il gonfiore di pancia dopo i pasti è la norma. Il gas è causato dalle bolle d’aria che si formano nel tratto intestinale come risultato di intolleranze alimentari, ingestione d’aria o altri fattori mentre il gonfiore di solito dipende da ritenzione idrica, costipazione o problemi ormonali. Esistono diversi infusi che potete prendere per aiutarvi a ridurre il gonfiore, fra cui finocchio, zenzero e cannella.

un’aiuto arriva da un infuso di finocchio!

Bere un infuso di finocchio regolarmente riduce davvero gonfiore e flatulenza. Sono gli oli volatili che hanno un effetto benefico sull’apparato digerente. Aiutano a rilassare i muscoli del tratto gastrointestinale e riducono i crampi. Se i cibi passano senza problemi, è più difficile che fermentino nell’intestino.

Per fare l’infuso, versate una tazza d’acqua su un cucchiaio di semi di finocchio tritati o in polvere, filtrate e bevete. Se soffrite di epilessia evitate di mangiare finocchio, perché può aumentare il rischio che vi venga una crisi. In rari casi, possono verificarsi reazioni allergiche per cui è necessario recarsi subito dal medico.

Lo zenzero migliora la digestione e riduce in modo naturale il gas e la flatulenza che è causa di un pasto digerito male, ma può avere un esito positivo se soffrite già di gonfiore? Come il finocchio, lo zenzero rilassa i muscoli e quindi può aiutare a eliminare i gas intrappolati nell’apparato digerente. Gonfiore e crampi intestinali sono provocati spesso da spasmi e tensioni nel tratto gastrointestinale. Questo stesso effetto rilassante, calmante sull’intestino è possibile anche se assumete lo zenzero sotto forma d’infuso perché stimola il processo digestivo e calma i muscoli, favorendo il passaggio del cibo. Più avviene in modo tranquillo, meno è probabile che si blocchi.

Per trattare il gas che porta al gonfiore, prendete 2-4 g di radice di zenzero fresco al giorno o 0,25-1 g di radice in polvere. Per quando riguarda l’estratto liquido, la dose raccomandata è di 30-90 gocce o 1,5-3 ml al giorno. Oppure potete aggiungere mezzo cucchiaino di zenzero fresco o macinato a una tazza di acqua calda per fare un infuso contro il gonfiore.

Come avrete ormai capito, le bevande calde che contengono ingredienti per calmare lo stomaco sono davvero fantastiche quando soffrite di gonfiore. La cannella viene usata dalla medicina cinese e dall’ayurveda da tanto tempo per trattare condizioni mediche come gonfiore e disturbi gastrici. Con le sue proprietà antinfiammatorie, è molto benefica contro il gonfiore.

Visto che la cannella si usa da secoli come rimedio contro i problemi allo stomaco, perché non fare un infuso? Questa spezia può ridurre la pressione sull’addome e dare così sollievo dal gonfiore. Potete prepararlo con un bastoncino di cannella in acqua calda o usare quella macinata con un po’ di miele. Bere l’infuso alla cannella ogni giorno vi aiuterà a rilassare l’apparato digerente.

In sintesi, il gonfiore di pancia dopo i pasti può avere diverse origini ma ciò che conta è che si può risolvere. Scegliete l’infuso che più preferite per liberarvi di questo fastidio e bevetelo ogni giorno. Il gonfiore se ne andrà e la pancia tornerà come prima.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *