Colazione da turchi? Si, con il Menemen

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessun voto)
Loading...Loading...
  • Porzioni per
    4 persone
  • Tempo Totale
    30 Minuti
Menemen  Large

Oggi per la colazione andiamo in Turchia!!

La colazione rappresenta il momento della giornata dal quale maggiormente ci si aspetta di trarre energia, viste le condizioni in cui al mattino ci si desta. L’allegria della famigliola tipo, immortalata in televisione, è solo un miraggio: il risveglio rappresenta per tutti, ammettiamolo, un vero e proprio trauma.

Non resta dunque che attendere di recuperare le energie dopo la colazione.

Quale migliore occasione risulta gradita per assaggiare un piatto nuovo, che non fa parte della nostra tradizione?

Per una colazione da turchi, non si potrà fare a meno di provare, almeno una volta nella vita, il Menemen.

La colazione energica che cambia le nostre giornate

Il menemen è molto di più che una semplice fetta di pane con la marmellata: in effetti trattasi di un piatto super-energetico, adatto soprattutto per l’inverno, utile a contrastare i rigori del freddo e placare il senso di fame che si avverte in tarda mattinata.

Il freddo fa bruciare più calorie, chi sa quante volte avremo sentito pronunciare questa affermazione da mamme e nonne.

Di fatto, fare una colazione abbondante è raccomandato da medici e specialisti: essa consente di evitare di arrivare affamati a tavola permettendo di placare l’appetito in maniera del tutto naturale. Il maggiore consumo di energie poi, di fatto, ha luogo soprattutto al mattino.

Sbaglia dunque chi crede di seguire un corretto regime alimentare e vivere in forma sostenendo una colazione misera o, il che è peggio, chi la evita a monte, perché il proprio organismo sarà così indotto ad assimilare un maggior quantitativo di calorie proprio durante i pasti principali.

Uova al mattino: ferro e proteine a nostro servizio

Le uova rappresentano da sempre l’emblema del cibo ricco: basti pensare ai dolci delle festività di un tempo. In essi, a dispetto delle pessime situazioni economiche in cui gli antichi versavano, le uova non scarseggiavano mai.

Miniera di vitamine e di ferro, il tuorlo dell’uovo primeggia tra gli alimenti quanto a contenuto di colina, un nutriente importante per il buon funzionamento del nostro cervello e del sistema nervoso.

Quanto poi all’albume dell’uovo, esso è rinomato per il contenuto di proteine, che lo rendono alleato numero uno, unitamente al pollo, degli sportivi e di tutti coloro che hanno a cuore il corretto tono della loro muscolatura. In considerazione della sua composizione, che lo vede assolutamente privo di grassi, l’albume può essere consumato regolarmente, senza timore di controindicazioni.

Ma conosciamo ora ingredienti e ricetta di questo favoloso piatto che, oltre all’uovo, vede come protagonisti ottimi ortaggi quali peperoni, pomodori e cipolla.

 

Ingredienti per 4 persone

  • 4 uova
  • 4 pomodori
  • 2 peperoni verdi lunghi
  • 1 cipolla
  • 1 cucchiaio timo tritato o fresco
  • q.b. burro chiarificato
  • q.b. sale e pepe

Procedimento

  1. Lavate e mondate i pomodori, incideteli nella parte superiore e sbollentateli per qualche minuto. Scolateli, lasciateli intiepidire, quindi sbucciateli e tagliateli a cubetti.

    Sbucciate la cipolla e affettatela finemente. Lavate e mondate i peperoni, apriteli a metà e tagliateli a rondelle.Sbattete le uova  in una terrina, salate e pepate
  2. In una padella fate sciogliere il burro e fate soffriggere la cipolla. per qualche minuto prima di aggiungere i pomodori e peperoni e lasciate cuocere per 15 minuti circa  prima di versare le uova.

    Mescolate con un cucchiaio di legno per strapazzare bene le uova e quando è pronto servite con l'aggiunta del timo tritato.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *