Carote al naturale: immancabili nella tua dispensa!

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessun voto)
Loading...Loading...
  • Porzioni per
    2 vasi
Carote al naturale

Averle nella dispensa significa avere sempre un asso nella manica!

Carote al naturale: immancabili nella tua dispensa!Siete stati colpiti dalla sindrome di Bugs Bunny e dovete sempre avere delle carote pronte da mangiare? Allora, non potete perdervi questa preparazione delle carote al naturale, dove non solo vi spiego come conservare a lungo le carote migliori ma anche come averle a portata di bocca ogni volta che volete.

Da buoni intenditori di carote già saprete tutto sull’argomento ma vediamo di fare un piccolo ripasso sui principali vantaggi per la salute di quest’ortaggio così amato.

Migliora la visione: E sì, lo sanno tutti, le carote fanno bene agli occhi, questo lo sappiamo e ci viene inculcato fin da bambini. Il motivo è la grande ricchezza di beta-carotene che, convertito in vitamina A nel fegato, è trasformata nella retina in rodopsina, un pigmento viola necessario per la visione notturna.

In più, il beta-carotene è stato dimostrato che protegge anche contro la degenerazione maculare e la cataratta senile.

1. Rallenta l’invecchiamento

Il beta-carotene agisce anche come antiossidante rallentando così l’invecchiamento cellulare.

2. Aiuta ad avere una pelle sana

La vitamina A e gli antiossidanti proteggono la pelle dai danni del sole. Una carenza di vitamina A causa secchezza della pelle, capelli e unghie. La vitamina A impedisce rughe premature, acne, pelle secca e macchie cutanee.

3. Previene le malattie cardiache

Alcuni studi hanno dimostrano che diete ad alto contenuto di carotenoidi sono associati con un minor rischio di malattie cardiache. Questo perché le carote oltre al beta-carotene possiedono anche l’alfa-carotene e la luteina.

4. Contribuisce a prevenire il cancro

Gli studi hanno dimostrato, inoltre, che le carote riducono il rischio di cancro al polmone, al seno e al colon. Merito del falcarinolo un pesticida naturale, prodotto esclusivamente dalle carote, che protegge le sue radici dalle malattie fungine. Secondo i ricercatori per godere a pieno delle proprietà di questa sostanza è meglio mangiare le carote crude, oppure, se cotte, tagliarle solo a cottura ultimata.

E ora vediamo nel dettaglio come preparare questa splendide carote al naturale!

Ingredienti per 2 vasi

  • 2 Kg carote
  • 4 cucchiai zucchero
  • q.b. rosmarino
  • q.b. timo
  • q.b. maggiorana
  • 2 spicchi aglio
  • q.b. sale grosso

Procedimento

  1. Scegliete delle carote tenere, che non abbiano l' «anima» troppo legnosa. Sbucciatele con l'apposito utensile (oppure raschiatele con un coltellino), poi lavatele e tagliatele in due o tre parti.
  2. Portate ad ebollizione, in una grossa cas­seruola, abbondante acqua salata: tuffatevi le carote, la­sciando le cuocere per 15 minuti, a piccolo bollore.
  3. Quindi scolatele e trasferitele in un grande setaccio (o in un vas­soio) coperto con un canovaccio.Se volete aromatizzare le carote aggiungete le erbe aromatiche e gli spicchi d'aglio
  4. Nella casseruola usata per la cottura, fate bollire altra acqua salata (nella pro­porzione di tre quarti abbondanti di acqua per ogni chilo di carote); poi spegnete il fuoco e fatela raffreddare. Di­stribuite le carote nei vasi, disponendole in senso verticale o obliquo e arrivando fino a circa 2 cm sotto l'imbocca­tura. Versate ora sulle carote l'acqua bollita e ormai fredda, coprendole completamente
  5. Unite un cucchiaino di zucchero in ogni vaso, quindi chiudeteli ermeticamente e adagiateli nella pentola per la sterilizzazione. Abbiate cura di mettere sul fondo del recipiente e tra un vaso e l'altro dei canovacci o dei fogli di giornale ripiegati: questi, ren­dendo meno diretto il contatto con il fuoco e attenuando gli urti durante l'ebollizione, serviranno ad evitare possibili rotture. Portate la pentola sul fuoco.
  6. Quando inizierà l'e­bollizione, abbassate la fiamma, in modo che l'acqua mantenga solo un fremito, e coprite il recipiente. Da que­sto momento, calcolate 1 ora di sterilizzazione.
  7. Lasciate raffreddare i vasi nell'acqua, prima di estrarli; quando sa­ranno completamente freddi, estraeteli dall'acqua, asciuga­teli e riponeteli quindi in luogo buio e fresco. Le carote così preparate si conservano anche per molti mesi.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *